Apre Editech a Milano

AziendeMarketingMercati e FinanzaWorkspace
Amazon: Le città che leggono più libri e e-book

In occasione di Editech a Milano, la sesta Giornata internazionale d’innovazione nell’editoria, l’Associazione Italiana Editori (AIE) dà i numeri sul fenomeno e-book

A Palazzo Reale a Milano  apre i battenti Editech, la sesta Giornata internazionale d’innovazione nell’editoria. A Editech sarà presente James McQuivey, vicepresidente di Forrester Research e analista di riferimento per le tematiche legate ai nuovi assetti e scenari digitali, che inaugurerà i lavori illustrando l’impatto sul settore della digital disruption. Intanto l’Associazione Italiana Editori (AIE) ha fornito i numeri del fenomeno e-book in Italia. Cresce il business dell’editoria digitale: il mercato e-book è raddoppiato, passando dallo 0,9% di un anno fa all’1,8% di oggi (esclusa editoria scolastica); quasi metà delle novità editoriali esce anche in e-book, mentre va al raddoppio il self-publishing, sebbene per avere successo serva un editore. Nel 2012 i lettori di libri digitali sono cresciuti da 1,1 milioni dell’anno precedente agli attuali 1,6 milioni.

Anche se siamo lontani dai numeri anglosassoni, il giro d’affari degli e-book cresce. Gli editori che pubblicano e-book ammontano a 1978.  I titoli di e-book sono raddoppiati in un anno: si attestano a quota 60.589 pari all’8,3% di tutti i titoli a scaffale.

In Italia il 12,3%, il 12,2% e il 9.8% dei titoli digitali messi a disposizione appartengono, rispettivamente, a Mondadori, RCS e Gems. Il 44,6% delle nuove uscite è disponibile sia su carta che in digitale, contro il 29,1% del gennaio 2012. I progressi nel mercato e-book si vedono. Certo, se gli e-book sbarcassero sui banchi di scuola, sarebbe il vero salto di qualità.

A Editech l'AIE dà i numeri sugli e-book
A Editech l’AIE dà i numeri sugli e-book (nella foto: kobo Aura HD vs Amazon Kindle Paperwhite)
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore