Apre WinHec 2007

CloudServer

Windows Server 2008, ex Longhorn, VoIp e virtualizzazione tengono banco
all’appuntamento tecnico di Microsoft

L’attesa edizione di WinHEC apre i battenti, fino al 17 maggio, a Los Angeles. Dopo il lancio business e consumer di Windows Vista e Office 2007, quest’anno Microsoft porta alla Windows Hardware Engineering Conference le tecnologie di virtualizzazione (la risposta a VMware 6 che supporta Vista) , la strategia nelle comunicazioni unificate (per effettuare chiamate dalle applicazioni Office entro tre anni) e lo stato dell’arte di Longhorn server (già ribattezzato Windows Server 2008, ma si aspetta la conferma ufficiale). Iniziamo dalla nuova generazione di sistemi operativi dedicati all’area server: Windows Server 2008 , ex Longhorn, è attualmente in beta 3, andrà in release-to-manufacturing a metà 2007 circa. Più accidentato sembra invece il cammino di Windows Server Virtualization, noto con il nome in codice Viridian : sono state depennate (ma anche qui, si aspetta conferma al WinHec) tre funzionalità, per rispettare i tempi di rilascio: le caratteristiche tagliate sarebbero: l’opzione per la migrazione live di macchine virtuali da un server all’altro; la funzionalità per l’aggiunta di nuovi componenti virtuali (processori, memoria, storage eccetera), il supporto a oltre 16 processori (come quattro Cpu quad-code o otto dual-core). La messa a dieta di Viridian ha suscitato perplessità, ma vedremo come Microsoft saprà superare la delusione degli sviluppatori. Alla conferenza dedicata all’hardware e ai sistemi, Microsoft infine parlerà di comunicazioni unificate, svelando l’hardware (quindici Ip phone) per il VoIp business realizzati con nove partner.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore