Architettura comune per Itanium e Xeon

ComponentiWorkspace

Entro il 2007, Intel intende presentare una nuova piattaforma hardware
sulla quale possono essere usati indistinatamente sia Itanium che Xeon.

Il progetto era già stato ventilato qualche mese fa. Ora Intel ribadisce l’intenzione di creare un’unica architettura in grado di accogliere sia i processori Itanium che quelli Xeon. Questo nonostante i due chip utilizzino tecnologie differenti tra loro: il primo utilizza una architettura a 64 bit basata sulla tecnologia Epic di Hp; mentre il secondo si avvale della medesima architettura x86 a 32 bit del Pentium 4, alla quale recentemente è stata introdotta l’estensione a 64 bit. Secondo quanto anticipato, il primo Itanium “compatibile” con Xeon, potrebbe essere pronto per il 2007. Il suo nome sarà Tukwila. L’obiettivo di Intel è arrivare a creare, con la collaborazione di Hp e Ibm con la quale ha già avviato il lavoro, una piattaforma di sistema unica per i due chip, che a quel punto potranno avvalersi dei medesimi socket e di diversi chipset. In questo modo, per Intel sarà possibile indirizzare i due chip nei rispettivi segmenti di competenza. Xeon potrebbe essere usato sui server di fascia medio alta, mentre Titanium potrebbe contrastare la concorrenza dell’Opteron di Amd nell’ambito delle architetture x86.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore