Archos AV500

LaptopMobility

Un videoregistratore digitale portatile superaccessoriato

Il nome completo del nuovo prodotto di Archos è AV500 Mobile Digital Video Recorder, ossia videoregistratore digitale portatile. Si tratta di un dispositivo in grado di registrare video in alta qualità e di riprodurli, anche in assenza di un dispositivo di output quale un televisore o un videoproiettore. La prima caratteristica che balza all’occhio infatti è un ampio display wide a colori molto luminoso, la cui diagonale è di 4″; i pixel visualizzabili sono 480×272, i colori 262.000. L’altoparlante integrato è più che sufficiente per gli ambienti poco rumorosi; viceversa sarà opportuno servirsi delle cuffie. All’interno è presente un disco fisso che nella versione base è di 30 Gbyte, ma è disponibile anche in tagli da 100 Gbyte. Anche il modello da “soli” 30 Gbyte è più che sufficiente per memorizzare ore e ore di filmati a qualità prossima a quella di un Dvd. Nella parte superiore è presente un microfono e il sensore a infrarossi per il telecomando, anch’esso incluso nella confezione; ci sono poi una porta Usb di tipo host, per collegare dispositivi Mass Storage Class quali fotocamere digitali e unità disco esterne, e una seconda porta Usb 2.0 per trasferire dati da e verso il Pc. Una presa a connessione multipla permette di collegare non solo le cuffie, ma anche un cavo Audio/Video e soprattutto il Tv docking pod, definito “alloggiamento di espansione per la Tv”: si tratta di un’interfaccia che va posta a cavallo tra la Tv e la sorgente usuale, come per esempio un videoregistratore, un decoder per Tv via cavo come quello di Fastweb, un ricevitore satellitare. Al docking pod si collegano un jack di ingresso A/V, un jack di uscita A/V, un ingresso S-Video, l’alimentazione e l’emettitore a raggi infrarossi: quest’ultimo si comporta da telecomando per altri dispositivi, quali il videoregistratore o il decoder, e consente di cambiare i canali Tv col telecomando Archos, anche quando non si è in casa (per esempio per eseguire registrazioni programmate). I comandi all’inizio possono disorientare un po’ l’utente, che ha l’impressione di avere troppi tasti a disposizione: quelli principali servono per spostare il cursore nelle quattro direzioni e per l’avanzamento e riavvolgimento; altri due tasti più piccoli permettono l’avanzamento veloce, mentre il tasto centrale funge da Play / Pause e un ulteriore tasto per lo Stop / Esc. Oltre a questi, già numerosi, ci sono ancora tre tasti per la navigazione tra i menu durante la visione. Infine uno switch Lcd/Tv permette di direzionare l’output sul display integrato o su una Tv esterna. I filmati vengono encodati al volo in formato Mpeg-4, mentre l’audio è stereo con c o m p r e s s i o n e Adpcm. Il dispositivo, se collegato al Pc, viene identificato come un’unità a disco esterna: è quindi possibile immagazzinare i file senza passare attraverso software dedicati, ma semplicemente trascinandoli nella cartella più appropriata, o creando all’occorrenza sottocartelle. Si possono quindi trasferire sull’AV500 i file DivX scaricati da Internet, generalmente senza incorrere in problemi di compatibilità: vengono visualizzati correttamente filmati Mpeg-4 con Bframes (DivX 4.0 e 5.02) con suono stereo (niente audio 5.1). Per una visione fluida a 25 fps, i file Avi non devono essere di dimensioni maggiori di 720×576 pixel, mentre i file Windows Media Video arrivano a 352×388 pixel a 800 Kbyte/s (a 30 fps). Il supporto è quindi più che buono e solo occasionalmente sarà necessario riconvertire i file per poterli riprodurre sull’AV 500. Oltre ai filmati è possibile gestire anche fotografie, importandole direttamente da una fonte esterna attraverso la porta Usb host, oppure dal Pc. Inoltre l’AV 500 è un ottimo riproduttore Mp3 (con supporto dei tag Id3 e sincronia automatica con Windows Media Player) oltre che un audio recorder da sorgente analogica in stereo, attraverso il microfono integrato. Il prezzo può sembrare elevato ma in realtà è appropriato, se rapportato al gran numero di funzioni disponibili. L’autonomia dichiarata dal produttore è di 5 ore di riproduzione video sul display Lcd, valore di poco superiore a quello riscontrato durante i test, oppure di 15 ore per la musica; la batteria è agli ioni di litio. La garanzia prevede la sostituzione del dispositivo se i pixel difettosi del display dovessero essere almeno tre.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore