Archos in cerca di riscatto

AccessoriWorkspace

In Francia Apple avrebbe investito 28 milioni di euro in pubblicità: 70 volte più di Archos

Il costruttore di riproduttori multimediali starebbe cercando un’occasione di rilancio nel mercato inflazionato dai prodotti della mela. Lo rivela la rivista francese Capital.

Pioniere nel settore dei player MP3 e dei videoplayer portatili, Archos starebbe disperatamente cercando nuovi modi per migliorare la propria visibilità presso i clienti.

La società francese, che è stata la prima assieme a Creative a lanciare un riproduttore di musica digitale su disco, avrebbe perso la battaglia dell’immagine. A cominciare dalla Francia, dove Apple avrebbe investito 28 milioni di euro in pubblicità: 70 volte più di Archos.

Abbiamo prodotti che sono al top dell’innovazione e non li sappiamo vendere”, dichiara sconsolato un responsabile Archos su Capital, riferendosi ai recenti modelli 605 wifi e TV+DVR205 presentati al CES. Ma forse farebbe meglio preoccuparsi di come rendere più sexy i nomi incomprensibili dei prodotti…

Archos avrebbe accumulato in tre anni perdite per 10 milioni, più ulteriori 11 milioni nel primo semestre dell’anno scorso. Per recuperare liquidità ha messo sul mercato in questi giorni una quota pari al 10% del suo capitale.

Malgrado i sacrifici fatti, le sfide che la società ha davanti sono ancora notevoli. Riguardano la maturità del mercato dei riproduttori e la prossima fine dei minidischi, con le conseguenze inevitabili di una migrazione verso memorie SSD che hanno ancora prezzi molto alti.

Cosa può realmente fare la società europea per salvarsi dalla mela?

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore