Aria nuova in casa VMware

Sicurezza

La società annuncia la disponibilità della nuova release del software di virtualizzazione per il desktop

VMware Workstation 5.5 offre il supporto per sistemi operativi guest a 64-bit e assistenza per la virtualizzazione hardware, oltre al supporto Virtual SMP per accelerare lo sviluppo di applicazioni di prossima generazione. Grazie a VMware Workstation le aziende sono in grado di creare una libreria di macchine virtuali per sistemi operativi x86 a 32-bit e 64-bit tra cui Linux, NetWare, Solaris x86 e Windows, che replicano gli ambienti di produzione. Queste macchine virtuali possono essere rapidamente configurate e utilizzate, consentendo agli sviluppatori di dedicare più tempo allo sviluppo e al test del software e meno alla configurazione e alla gestione dell’ambiente di lavoro. Le macchine virtuali create con VMware Workstation possono essere implementate su piattaforma VMware Player, VMware GSX Server e VMware ESX Server. Una volta implementato su GSX Server o ESX Server, VMware VirtualCenter può gestire queste macchine virtuali permettendo ai team di sviluppatori di amministrare facilmente il ciclo di vita del software e spostare ambienti di elaborazione dallo sviluppo al test e dallo staging alla produzione. VMware Workstation 5.5 per sistemi operativi Linux e Windows è già disponibile. La versione elettronica scaricabile dal sito www.vmware.com/vmwarestore/ viene commercializzata a 189 dollari, mentre la versione pacchettizzata viene venduta a $199. VMware Workstation è inoltre disponibile con abbonamento VMTN che comprende prodotti, supporto e aggiornamenti a un costo annuale di 299 dollari per utente.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore