Arm e Microsoft a braccetto su mobile e tablet

AziendeDispositivi mobiliMarketingMobility

Anche i Windows tablet monteranno processori Arm

Microsoft potrebbe rinunciare alla storica alleanza con Intel nel mercato tablet per guardare al nuovo accordo con Arm. Se i chip Arm stanno facendo la fortuna di Apple iPad, anche i Windows tablet monteranno processori Arm. L’accordo fra Arm e Microsoft amplia un rapporto di 13 anni fa fra le due aziende. Microsoft ottiene in cambio l’accesso all’architettura core di Arm, piuttiosto che alla possibilità di licenziare un solo prodotto alla volta.

I chip design di Arm dominano nel mercato mobile: secondo il Financial Times, nove su dieci dispositivi mobili usano Arm.

Anche Cnet ha scritto che imitare Apple è un imperativo per i produttori Pc per non rimanere indietro. Del resto su Dell Streak gira Android con chip Arm, e Hp sta pensando a PalmPad facendo a meno di Windows e Intel. Rim costruirà un tablet Blackberry. Apple insegna che c’è mercato oltre a WinTel: e anche Windows prende coscienza che Microsoft può siglare accordi con Arm. Annche perché MeeGo (frutto dell’accordo fra Nokia e Intel) sfiderà Windows Phone 7.

In Borsa il titolo di ARM ha guadagnato il 12%. Windows 7 non funziona con i chip Arm, al contrario della versione mobile ed embedded. L’80% dei Pc al mondo è dototato di sistema operativo Windows con chip Intel. Apple ha venduto 3.27 milioni di iPad in un trimestre.

Leggi l’ANALISI: Pad, altro che tablet

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore