ARM spazia dai server Hp a Internet delle Cose

CloudComponentiMarketingServerWorkspace
Sui server Hp e Internet delle Cose, salgono i chip Arm
0 0 Non ci sono commenti

I chip Arm salgono sui server Hp. Intanto Arm ha svelato Mbed Device Server, che permette alle aziende di connettersi e gestire i device in maniera sicura

ARM amplia i suoi orizzonti. Il chipmaker britannico adesso spazia dai server Hp a Internet delle Cose. I server lower-power equipaggiati con chip Arm guardano ai data centre di nicchia, in un mercato finora dominato da Intel. Hp ha lanciato nuovi server dotati di processori Applied Micro Circuits con proprietà intellettuale targata ARM, la cui tecnologia a efficienza energetica è ubiqua in smartphone e tablet. HP afferma che i data center possono essere realizzati riducendo costi e consumi energetici, usandoli al posto dei chip per server Intel.

I server di Hp con chip ARM a a 64-bit sono ideali per gestire data-center specializzati in ricerca e analisi scientifica. Per rispondere alla sfida di ARM, Intel ha lanciato una nuova gamma di Atom chip  server a bassa potenza. HP offre server con processori Atom, ma non hanno venduto molto.

Ma ARM è impegnata anche in Internet Delle Cose, con un sistema operativo per IoT (Internet of Things): se i desktops hanno Linux, il Mobile dispone di Android, arriva Mbed, l’OS targato ARM; per accelerare l’adozione di Internet delle Cose.

Infatti Arm ha svelato Mbed Device Server, che permette alle aziende di connettersi e gestire i device in maniera sicura. L’obiettivo consiste nel semplificare lo sviluppo di dispositivi connessi a Internet in grado di dialogare gli uni con gli altri, e per fornitori cloud come IBM, per analizzare i dati collezionati.

Sui server Hp e Internet delle Cose, salgono i chip Arm
Sui server Hp e Internet delle Cose, salgono i chip Arm

Internet of Things (IoT), in italiano Internet delle Cose, porterà a quota 26 miliardi di dispositivi online entro il 2020 (fonte: Gartner). Abbiamo stilato l’elenco di una lista di 10 aree dove Internet delle Cose avrà maggiore impatto nell’arco dei prossimi anni: si spazia dalle costruzioni (settore edile) all’industria manifatturiera, dall’ambiente alle utility, dalle Smart city all’advertising, dai trasporti alle smart home (le case iper-connesse), dai negozi alla sanità.

Conoscete Internet delle Cose? Misuratevi con un Quiz!

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore