Arriva in Europa la produzione di moduli fotovoltaici

Workspace

Sharp ha annunciato che nella primavera del 2004 avvierà la produzione
di moduli fotovoltaici per il mercato europeo presso la propria fabbrica
di Wrexham, nel nord del Galles.

L’aumentare della consapevolezza mondiale in ordine alla necessità di tutelare l’ambiente, ha attirato l’attenzione sulle fonti di energia rinnovabili, inclusi i sistemi in grado di produrre energia pulita dal sole. In particolare, le importanti misure adottate in Germania per promuovere la diffusione dell’uso dell’energia solare hanno portato al rapido incremento della domanda di questo tipo di sistemi nel nostro continente; una domanda che si prevede diventerà ancor più consistente non appena anche altri Paesi adotteranno programmi di incentivazione, prevedendo standard per l’introduzione di energia rinnovabile guidata da politiche RPS (Renewables Portfolio Standard, che sancisce che un certo ammontare minimo di energia venduta dalle compagnie elettriche debba essere generata da fonti rinnovabili come le centrali fotovoltaiche, il vento, ecc). Per rispondere a questa situazione, lo scorso ottobre 2003 Sharp ha messo a punto una nuova divisione commerciale e marketing dedicata a prodotti per l’energia solare. La nuova divisione ha sede presso Sharp Electronics (Europe) GmbH di Amburgo Germania. In futuro Sharp ha in programma di potenziare tanto la produzione tanto il marketing della sua organizzazione europea. La fabbrica sita in Gran Bretagna sarà il secondo centro di produzione di moduli fotovoltaici fuori dal Giappone dopo quello americano. Inizialmente saranno prodotti 20MW all’anno; la Società ha comunque intenzione di monitorare attentamente il mercato ed entrare a pieno regime produttivo non appena il livello della domanda lo richiederà. A partire dal 2005, inoltre, entrerà in vigore la Direttiva UE WEEE (Waste Electrical and Electronic Equipment), che pone in capo ai produttori la responsabilità del recupero e del riciclaggio dei propri materiali elettrici ed elettronici di scarto. Attualmente, i moduli fotovoltaici non rientrano nel raggio di applicazione di questa direttiva ma, anche se così fosse, essi hanno un ciclo di vita di oltre 25 anni: Sharp, avendo in grande considerazione la tutela dell’ambiente, nella fabbrica del Regno Unito creerà un centro di eccellenza per il riciclaggio ed il riutilizzo di queste moduli.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore