Arriva Internet a banda larga via satellite per la Provincia di Torino

NetworkProvider e servizi Internet

Accordo CSI-Piemonte e Skylogic.

Come si legge sulla nota diffusa dal CSI-Piemonte, grazie al satellite anche gli Enti locali del Torinese geograficamente più svantaggiati dal punto di vista della connettività potranno presto disporre di collegamenti di Rete permanenti e ad alta velocità. Su iniziativa della Provincia di Torino, infatti, lo scorso 1° luglio CSI-Piemonte e Skylogic (società di Eutelsat fornitrice di servizi IP) hanno sottoscritto un contratto per la realizzazione di una Rete satellitare digitale, che sostituisca dove necessario le tradizionali connessioni a banda ristretta. L’accordo, il primo in Italia tra un operatore satellitare (Skylogic) e un Consorzio informatico pubblico (CSI-Piemonte) per la fornitura di banda larga via satellite alla Pubblica Amministrazione, nasce dalla volontà della Provincia di Torino di contrastare ogni forma di digital divide sul proprio territorio. Il suo obiettivo è quello di realizzare e gestire per tre anni una rete satellitare ad alta velocità con banda garantita: 1024 kbps dal centro verso le periferie e 512 kbps dalle periferie verso il centro, più un’ulteriore fascia notturna di 512/256 kbps. È prevista inizialmente l’installazione e la manutenzione di 25 terminali satellitari bidirezionali dislocati sul territorio, in corrispondenza di alcune comunità di utenti che sperimenteranno per prime il nuovo servizio: dalle sedi provinciali dei circondari di Ivrea, Lanzo Pinerolo e Susa alle Comunità montane Alto Pinerolese, Dora Baltea, Valli Chisone e Germanasca. Tutte queste sedi verranno identificate e attivate entro il mese di settembre. La presenza di Eutelsat all’interno del Consorzio Top-IX, a cui partecipa anche il CSI-Piemonte, permetterà inoltre di far procedere il progetto della Provincia di Torino di pari passo con l’implementazione di RUPAR2 (l’erede tecnologica dell’attuale RuparPiemonte, la Rete Unitaria della PA Regionale piemontese), che farà affidamento proprio sulle tecnologie satellitari e sul Wi-Fi per raggiungere capillarmente tutto il territorio regionale. Nato nel maggio del 2002, Top-IX ha infatti dato vita a un NAP (Neutral Access Point) del Piemonte, un nodo Internet ad alta velocità distribuito sul territorio e aperto sia al settore pubblico che a quello privato.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore