Arriva Netflix, istruzioni per l’uso per lo streaming Tv

Mobile AppMobility
Netflix frena: meno abbonati del previsto
4 1 Non ci sono commenti

Dal 22 ottobre sbarca in Italia Netflix, la Tv in streaming che sfida gli operatori italiani, da Rai a Mediaset, da Sky a Tim

Fondata alla fine degli anni ’90 come servizio di noleggio di Dvd e videogiochi via Internet, Netflix ha saputo seguire l’onda della trasformazione digitale con una certa naturalezza: nel 2008, si convertì in servizio on demand, accessibile tramite abbonamento, per poi evolvere in produttore di contenuti.

Netflix, impegnata in una internazionalizzazione a tappe forzate, sbarca in Italia, dove promette di dare una scossa al panorma televisivo in un Paese dove trova una televisione generalista in declino a quota 25 milioni di spettatori e dove il 40% dei cyber navigatori si collega ogni giorno per almeno due ore e rappresenta 22 milioni di utenti.

Arriva Netflix, istruzioni per l'uso per lo streaming Tv
Arriva Netflix, istruzioni per l’uso per lo streaming Tv

Lo spettatore abbandona il palinsesto per sposare nuove abitudini di fruizione come il Bingewatching, la pratica, resa popolare da Netflix, che consiste nel guardare tutte le puntate di una serie una dietro l’altra, in un’autentica abbuffata. Il sito pubblica infatti tutte le puntate in una volta sola.

Ma Netflix non è solo il servizio della Tv on demand, ma anche produttore di contenuti originali, che spaziano da House of Cards  a Orange is the new black, Lillehammer e ora Marco Polo.

Le produzione originali di Netflix, lo “Spotify” della Tv, hanno raggiunto le 320 ore nell’ultimo anno, il triplo di quello precedente.
Netflix scommette su un catologo ampio e ricco, che comprende il 70% dalle serie Tv americane più contenuti locali, film, documentari e one-man show.

Netflix è un’app che gira su smart tv, Pc, console di gioco (Microsoft Xbox con il controllo vocale di Kinect e Sony Playstation), smartphone, tablet; ma anche su Apple Tv, Google Chromecast.

Il prezzo d’abbonamento di Netflix è così modulato: 7,99 euro al mese per l’abbonamento base tutto compreso, senza Hd e su un solo dispositivo; 8,99 euro per il Full Hd su due dispositivi a scelta; 11,99 euro per i contenuti in 4K accessibili da quattro dispositivi diversi.

L’arrivo di Netflix mette Sky e Mediaset sotto pressione: il prezzo dell’Online Tv Box di Sky scende a 9,99 euro al mese, mentre Mediaset offre Infinity a 4,99 euro per 12 mesi.

Da una recente ricerca, pubblicata da Samsung Technonomic Index 2015, risulta che gli italiani amano lo streaming. I nostri concittadini sono gli europei più disposti a pagare per gli e-content di intrattenimento digitale personalizzati. Gli italiani pagano 13,89 euro mensili per contenuti (video e Tv) in streaming: si tratta della cifra più elevata contro una media europea di 11,02 euro. Gli utenti propensi a spendere per acquistare contenuti digitali, quadruplicano rispetto allo scorso anno: 40% rispetto al 10%. Gli italiani preferiscono la fruizione via Tv, ma cresce il numero di coloro che accedono attraverso dispositivi mobili (smartphone, tablet e notebook).

Netflix conta 62 milioni di abbonati grazie all’espansione internazionale, che continua a sostenere la crescita del parco clienti con 4.9 milioni di nuovi abbonati: 2.28 milioni di sottoscrittori americani, mentre quelli globali sono saliti di 2.6 milioni di unità. L’azienda di Los Gatos guidata dal CEO Reed Hastings vanta 40 milioni di abbonati domestici e 20 milioni di utenti globali.

In Italia UPA prevede per il mercato pubblicitario “una crescita dell’1-2% overall, ovvero compresi i new media come YouTube. Anche la radio sta andando molto bene; la tv anche e dovrebbe chiudere in positivo il 2015“.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore