Arriva Nocona

ComponentiWorkspace

Intel annuncia la disponibilità della nuova architettura x86 a 64 bit. Dell, Ibm e Hp i primi produttori ad adottare il nuovo processore Xeon.

Intel ha colto l’occasione del LinuxWorld conference & Expo di San Francisco, per dare l’annuncio della disponibilità del nuovo processore Xeon a 64 bit, noto con il nome in codice Nocona. I primi produttori ad usarli sui propri server sono Ibm, Hp e Dell. I nuovi chip, basati su tecnologia a 90 nanometri, sono disponibili con frequenza di clock tra 2.8 e 3.6 GHz, hanno un front bus a 800 MHz e una cache L2 da 1 Mb. I chipset usati da Nocona, denominati Lindenhurst, supportano sia l’interfaccia Pci Express che le memorie Ddr2 a 400 MHz. Tra i server immediatamente disponibili, ci sono quattro modelli Dell, due stand alone e due rack mountable. Ibm presenta anch’esso due versioni rack mounted, a cui associa due stand alone, due blade server e una workstation. Hp, invece, sull’immediato si presenta con le versioni rack e stand alone, mentre il suo blade server sarà disponibile a settembre. Altri produttori, tra cui Acer, Nec, Toshiba e Fujitsu Siemens, sono in procinto di equipaggiare i propri server con il nuovo processore Intel.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore