Arrivano i dischi ibridi, ma le prestazioni deludono

Management

È già comunque prevista una seconda generazione, che potrebbe risultare molto
più efficace della prima

SONO COMINCIATE le consegne dei primi modelli di hard disk ibridi di Seagate, ma chi si aspettava record velocistici potrebbe rimanere un po’ deluso. I nuovi dischi fanno parte della serie Momentus per notebook, in formato da 2,5 pollici e tagli da 80 a 160 G B. In più ospitano una memoria flash da 256 MB che può essere usata da Vista per la funzione ReadyBoost e ridurre i consumi. Secondo Seagate il tempo di avvio del sistema passa così da 40 a 32 secondi con i nuovi drive, e il consumo medio scende da 0,78W a 0,45W. Nell’uso quotidiano, invece, la mancanza di driver efficaci per Vista e di un adeguato supporto nel Bios limiteranno gli effetti benefici di questa soluzione, e in pratica non si dovrebbero poter avvertire differenze rispetto alle versioni prive di memoria aggiuntiva. Dove invece si avverte la presenza della nuova tecnologia è nel prezzo, che inizialmente dovrebbe essere superiore del 25% rispetto alle soluzioni standard. È già comunque prevista una seconda generazione, che potrebbe risultare molto più efficace della prima.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore