Aspettando l’edizione 2015, ripercorriamo le ultime Wwdc dal 2007 ad oggi

AziendeMercati e Finanza
Apple Wwdc 2015
1 0 Non ci sono commenti

SLIDESHOW – Inizia il conto alla rovescia per Wwdc 2015, dove il software farà la parte del leone. Una panoramica sulle ultime conferenze sviluppatori di Apple, dal 2007 ad oggi

Wwdc 2015 sta per aprire i battenti. Nel keynote inaugurale della conferenza sviluppatori di Apple, il software farà la parte del leone. Del resto, nessuno si aspettava un nuovo iPhone o l’iPad maxi; né è ancora tempo di Apple Car o di Apple Tv.

Alla Wwdc 2015, che si terrà dall’8 al 12 giugno, convergeranno a San Francisco più di 5.000 sviluppatori di apps per assistere al keynote di due ore di lunedì e alle più di 100 sessioni tecniche della Wwdc 2015. Tutti lì, per conoscere le novità introdotte in iOS 9 e il nuovo OS X 10.11, e il nuovo servizio di streaming musicale a un anno dall’acquisizione di Beats.

Apple probabilmente aggiornerà anche HomeKit, il servizio per la domotica, e Apple Pay, il servizio per i pagamenti mobili.

Apple punta sul software, perché ha bisogno di catalizzare l’interesse degli sviluppatori per il suo ecosistema: nuove apps per iPhone, iPad ed Apple Watch sono vitali.

Apple Wwdc 2015 aprirà i battenti il prossimo 8 giugno: ripercorriamo le ultime Wwdc dal 2007 ad oggi
Apple Wwdc 2015 aprirà i battenti il prossimo 8 giugno: ripercorriamo le ultime Wwdc dal 2007 ad oggi

A maggio, secondo Opera Mediaworks, per la prima volta Android ha sorpassato iOS nel fatturato da mobile advertising. Un anno fa, era avvento il sorpasso di Android su iOS nel traffico del mobile advertising. Secondo Forrester Research, metà dei team sviluppatori supportano iOS, mentre il 62% dei developer supportano Android e il 36%, Windows Phone.

Adesso Apple deve mantenere il suo momento, mentre Android soffre di rallentamento nell’adozione e di frammentazione (400 aziende creano dispositivi Android, 500 carrier supportano l’Os di Google e 4,000 distinti device Android sono disponibili nel mondo).

Ma che cosa ha presentato Apple nelle scorse Wwdc, dal 2007 in poi?

Durante il Keynote del 2007, il Ceo di Apple Steve Jobs presentò Mac OS X 10.5 Leopard, annunciò Safari per Windows e la data del lancio del primo iPhone, a scaffale a fine giugno. Nell’edizione 2008, fu il turno di Mac OS X 10.6 Snow Leopard, iOS 2.0 e l’iPhone 3G con il suo App Store con le apps di terze parti. Apple svelò anche MobileMe, che rimpiazzava .Mac, e verrà in seguito sostituita da iCloud.

Nell’edizione 2009 videro la luce i nuovi MacBook Pro da 13″, l’aggiornamento di MacBook Air, Mac OS X 10.6 Snow Leopard e Safari 4, oltre a iPhone OS 3.0 e iPhone 3GS. Nel 2010, sarebbe arrivato l’innovativo iPhone 4 che consacra il successo di Apple nel mercato smartphone. Nel 2011 Apple mostrava al mondo iOS 5, Mac OS X 10.7 Lion e iCloud. Nel 2012, Tim Cook annuncia iOS 6, l’introduzione di Siri in altre lingue tra cui l’italiano e le (all’inizio controverse) Apple Maps, oltre a OS X 10.8 Mountain Lion, la nuova generazione di MacBook Pro, MacBook Air e il nuovo MacBook Pro Retina 15″. Nel 2013, Apple ha presentato il suo nuovo Mac OS X 10.9 Mavericks e il rinnovato iOS 7. A WWDC 2014, Apple ha tolto i veli al nuovo Mac OS X 10.10 Yosemite con grafica aggiornata (in stile iOS 7) e iOS 8 con le notifiche a risposta rapida, tastiera predittiva e Health, la nuova app per la salute e il fitness. Un anno fa, l’azienda di Cupertino rilasciava anche le le API del Touch Id e introduceva un nuovo linguaggio di programmazione chiamato Swift.

Apple Wwdc, dal 2007 ad oggi

Image 1 of 13

Il 2007 è l'anno di Leopard e del primo iPhone

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore