Assinform 2008: mercato ‘quasi’ piatto

Management

Il Rapporto Assinform 2008 prevede l’It in crescita dell’1,1% e le Tlc dello 0,8%, mentre il Pil decresce, già quest’anno. Nell’attuale fase congiunturale frenano hardware e consumer, mentre crescono gli investimenti in software e servizi. Le Pmi sono più vitali, più prudenti le grandi aziende, Pubblica Amministrazione e Tlc.

Per il 2009 la tendenza è stabile. Ma Giancarlo Capitani (amministratore delegato di NetConsulting) afferma: “Il prezzo che paga chi non investe oggi è sicuramente superiore al costo dell’investimento stesso

Assinform ha fornito il bilancio preconsuntivo dell’ITC Italiano per l’anno in corso. Non è un mercato totalmente piatto, ma poco più: l ‘IT cresce del 1,1 per cento; le TLC solo dello 0,8 per cento. La crisi frena innanzittutto l’hardware– la cui domanda è in forte contrazione (6.614 milioni di euro) e la cui crescita “non supererà l’1,0 per cento”, mentre l’anno scorso correva a più 3,6 per cento – e il mercato consumer.

Fra le cause della flessione della domanda di hardware, vi è una pesante contrazione di spesa da parte del consumer e delle famiglie, sul cui acquisto di beni tecnologici pesa la crisi dei consumi.

La novità è che diventano protagoniste del mercato IT in Italia le Pmi dell’industria e della distribuzione. Invece le grandi imprese, PA, Tlc, Media e Finanza tagliano. Giù hardware e consumer, tengono invece gli investimenti in software e servizi.

Spicca inoltre il settore “emergente” nel mondo dell’hi-tech come quello della Distribuzione, impegnato a incrementare i budget per le tecnologie

informatiche, accanto a settori portanti dell’economia italiana, quali l’Industria, che continua a difendere bene la propria capacità d’investimento: Distribuzione, Utilities e Industria presentano infatti budget stabili o in miglioramento.

Un attore importante è infine il Web 2.0: “Internet sempre più veloce, nuove applicazioni web 2.0, nuovi modelli di business permessi dal Web 2.0 e cloud computing spingono le aziende italiane ad innovare i loro processi, prodotti e modelli di business.”

Ma a chi taglia i budget It, Giancarlo Capitani (amministratore delegato di NetConsulting) ricorda: “Il costo del non investire oggi è sicuramente superiore al costo dell’investimento stesso“.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore