Assinform chiede di detassare gli utili reinvestiti in digitale

Aziende

Assinform valuta il Decreto Anti-crisi un’occasione mancata per spingere sull’innovazione hi-tech. Gli investimenti in digitale rendono sette volte di più di quelli tradizionali

L’Italia non riesce a trovare lo scatto necessario per uscire dall crisi puntando sull’hi-tech. Già a rischio di uscire dakl G8 digitale, a causa di un cronico Digital divide, l’Italia avrebbe potuto sfruttare la recessione come un’opportunità per superare il gap che ci divide dal resto d’Europa. E per investire in IT.

Ma il Decreto Anti-crisi rappresenta un’occasione mancata per spingere sull’innovazione digitale. A lanciare il severo monito è Assinform: l’associazione, guidata dal Presidente Ennio Lucarelli, chiede d i detassare gli utili reinvestiti in digitale, perché gli investimenti in digitale rendono sette volte di più di quelli tradizionali.

Ma per ora rimangono parole inascoltate: “Il decreto anticrisi– spiega- poteva rappresentare un concreto incentivo per consentire alle nostre Pmi di accedere ai vantaggi offerti dalle nuove applicazioni digitali in termini di crescita delle capacita’competitive e conquista di nuovi mercati”.

Ci auguriamo– conclude il presidente di Assinform – che nell’iter di trasformazione del decreto in legge la misura possa essere completata estendendo gli incentivi anche alle tecnologie digitali“.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore