Assinform ha pubblicato il I° Rapporto sul mercato dellIT nelle Regioni Italiane

Workspace

Lo studio è stato pubblicato nellambito del I° Rapporto sullInnovazione nelle Regioni dItalia.

Lo studio ha ricevuto il patrocinio del Ministro per lInnovazione e le Tecnologie, nellambito del progetto dei Centri Regionali di Competenza, promosso dalla Commissione Permanente per lInnovazione e le Tecnologie MIT-Regioni. Come riporta Assinform, lanalisi è stata condotta sulla dimensione dei mercati regionali dellInformation Technology, a partire dai dati sul mercato IT nazionale, pubblicati nel Rapporto Assinform 2003, con confronti specifici tra i diversi mercati regionali e con riferimenti ai parametri che contraddistinguono le singole realtà regionali (PIL, numero aziende, occupati, ecc.). E la prima volta che in Italia viene pubblicato un rapporto sulla dimensione dei mercati regionali dellIT. Il Rapporto sul mercato dellIT nelle Regioni italiane ha permesso di tracciare una prima analisi dei mercati IT a livello regionale. Le principali conclusioni emerse sono le seguenti la regione leader nella domanda di Information Technology è la Lombardia, seguita dal Lazio e dal Piemonte. Larea geografica che presenta la spesa più elevata è il Nord Ovest. La Regione che ha evidenziato la migliore performance in termini di crescita nel triennio considerato (2000-2002) è il Veneto (+5,5% contro il +2,8% a livello nazionale), seguita dalla Lombardia e dalla Toscana. Le Regioni meno dinamiche sono state il Molise, la Basilicata e la Sardegna. Il digital divide in termini di penetrazione dellIT presso i sistemi produttivi delle Regioni italiane è molto forte, sia in termini di spesa sul valore aggiunto regionale, sia in termini di spesa IT per occupato mentre le Regioni del Nord e il Lazio godono di una buona penetrazione dellIT (seppur non ottimale se confrontata con i Paesi più avanzati, che hanno un indice di spesa IT sul PIL superiore al 3%), le Regioni del Sud rivelano una situazione di assoluta arretratezza, con valori inferiori all1%. Il sistema dellofferta IT presenta in genere una maggiore dinamica, in termini di natalità media annua delle imprese, molto più elevata rispetto allintero comparto industriale italiano che presenta tassi di crescita non superiori al 2,5%. Questultimo aspetto risulta molto evidente soprattutto presso le Regioni meridionali, caratterizzate da tassi di crescita delle imprese IT superiori al 5% nel 2002 (ad eccezione del Molise). Le Regioni del Mezzogiorno presentano un sistema dellofferta molto ampio in termini di numerosità di imprese rispetto al volume di affari dellarea geografica di riferimento. Le piccole dimensioni degli operatori locali, insieme a una vita media generalmente molto bassa, non permettono di raggiungere adeguate economie di scala e di esperienza. Infine, il sistema dellofferta della Lombardia, Regione leader nella spesa di Information Technology, non solo risulta in grado di rispondere alla domanda proveniente dal mercato regionale, ma si fa carico di sostenere lo sviluppo anche presso altre Regioni, tipicamente importatrici di prodotti e servizi IT.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore