Asta Lte verso i 3,4 miliardi di euro

Autorità e normativeAziendeMarketingMercati e Finanza
Corte di Giustizia UE: la copia privata non va confusa con l'Equo compenso

La gara riparte oggi alle ore 11.00 presso gli uffici del Dipartimento per le Comunicazioni del Ministero dello Sviluppo economico.

Venerdì 16 settembre, conclusasi la 13esima giornata, l‘asta Lte sfiora i 3,4 miliardi di euro, un miliardo di euro sopra il cosidetto “dividendo digitale” ipotizzato dal ministro Paolo Romani nella manovra economia.

Dopo 13 giornate di asta e 12 rilanci, nel corso di 16 diverse tornate, l’asta dello spettro WiFi, derivante dallo switch-off (l’imminente passaggio dall’analogico al Digitale terrestre) ha portato a un aumento complessivo finora di 1.034.592.329 euro rispetto alle offerte iniziali. L’incremento è pari a 37.06 milioni di euro rispetto a giovedì 15 settembre. I rilanci sono avvenuti sia sulla banda 800 che in quella a 2600 Mhz.

A partire da oggi, ore 11.00, riparte la gara presso gli uffici del Dipartimento per le Comunicazioni del Ministero dello Sviluppo economico.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore