Aste online a rischio con le nuove norme anticontraffazione

E-commerceMarketing

Aste online con materiali di provenienza illecita finiscono nel mirino delle norme del nuovo decreto legge

È già in vigore il Decreto legge del 14 marzo 2005, n. 35, che colpisce l’acquisto di prodotti falsificati da parte dei consumatori con sanzioni fino a 10 mila euro. Ma anche le aste online finiscono nel mirino delle nuove norme anticontraffazione. Secondo la Federazione contro la pirateria musicale (FPM), attiva contro l’industria del falso, “le norme del decreto potranno colpire anche i siti che favoriscono aste o vendite di beni usati senza aver prima accertato che si tratti di contraffazioni, siano essi Cd, Dvd o altri prodott i che sono offerti in rete senza controllo”. In Rete infine non è facile per nessuno, utenti di siti e-commerce compresi, capire quando si tratti o meno di prodotti contraffatti.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore