Asus 240 Mimo Wi-Fi router WL-566gM800G

Workspace

Asus propone la veloce soluzione wireless TrueMimo a 240 Mbps per realizzare
reti senza fili veloci quasi quanto quelle cablate

Il cuore del router Wi-Fi Asus WL- 566gM è il chipset di Airgo con tecnologia Mimo a 240 Mbps. Si tratta dello stato dell’arte in termini di velocità e portata radio, destinato a rimanere tale perlomeno fino al rilascio tra pochi mesi dei futuri prodotti conformi alla proposta Ewc (Enhanced Wi-Fi Consortium), che prevede una velocità teorica massima di almeno 300 Mbps. I 240 Mbps del router Asus sono però utilizzabili da subito: basta acquistare la scheda per slot Cardbus WL-106gM già disponibile, oppure pazientare poche settimane per la scheda Pci WL- 136gM. Entrambe usano una sezione Mimo Airgo compatibile con lo standard proprietario a 240 Mbps, oltre che con gli standard Wi-Fi 802.11g a 54 Mbps e 802.11b a 11 Mbps. Anche il router WL-566gM può funzionare alle velocità standard, attivando la modalità compatibile che rallenta leggermente il funzionamento Mimo. All’atto pratico i 240 Mbps di banda grezza si traducono in una velocità di scambio dei dati confrontabile con quella di una scheda di rete cablata Fast Ethernet a 100 Mbps, a patto di non allontanare troppo il router dalla scheda radio del Pc. Il router Asus è più ingombrante rispetto alla maggior parte dei router Wi- Fi per uso domestico. Il telaio è di plastica bicolore bianca e grigia metallizzata; le tre antenne a stilo non removibili che distinguono la tecnologia Airgo sporgono dal pannello posteriore, dove si trovano anche quattro prese Lan 10/100 e la presa Ethernet per il router, Hag o modem di accesso a Internet. Accanto al connettore per l’alimentatore esterno e al pulsante incassato di reset spicca il pulsante rosso marchiato EZsetup, che è una delle innovazioni più interessanti dell’apparecchio. Se il Pc usa una scheda WL-106gM, basta avviare l’utilità di setup e premere il pulsante per avviare una procedura di configurazione che imposta in modo semi-automatico anche tutte le funzioni di sicurezza della connessione Wi- Fi. WL-566gM supporta lo standard Wpa e cifra i dati con l’algoritmo sicuro Des. Il Web di amministrazione del router è in lingua inglese e ha una guida in linea parziale per i parametri più significativi. Il menu principale sul lato sinistro ha dieci voci, che richiamano una procedura di configurazione rapida, i parametri della connessione Internet, quelli del firewall e il sistema di limitazione della banda. Le funzioni offerte sono quelle di base, non difficili da configurare ma con possibilità d’intervento minori rispetto ad altri router. Nonostante l’attenzione alla semplicità d’uso e la guida rapida all’installazione in italiano, configurare il router WL-566gM resta relativamente complesso a causa dei termini tecnici non spiegati a sufficienza nel manuale e nella guida. Durante le prove l’utilità EZ-setup si è bloccata più volte, senza però pregiudicare la possibilità di configurazione manuale. Una caratteristica non comune del server Dhcp integrato da Asus è la possibilità di preassegnare gli Ip manualmente in base all’indirizzo Mac, in modo da attribuire indirizzi fissi senza bisogno di configurare un Ip statico su ogni Pc o apparecchio. A causa della larghezza doppia del canale radio (channel bonding), quando è attiva la modalità a 240 Mbps il router WL-566gM può interferire con il funzionamento di access point tradizionali installati nelle vicinanze. Asus usa la tecnica Ace (Adaptive Channel Expansion) per stringere la banda se viene individuato un altro access point, perdendo così velocità ma guadagnando in compatibilità con schede e access point esistenti. La prova sul campo, con router WL- 566gM e Pc equipaggiato con scheda WL-106gM a distanza di 3 metri, ha misurato una velocità di scambio dati limitata da quella dell’interfaccia Fast Ethernet: poiché le porte del router Asus funzionano a 100 Mbps, è impossibile ottenere velocità di scambio superiori in una singola connessione tra un Pc equipaggiato di scheda Wi-Fi e un Pc collegato alla rete cablata. La velocità scende notevolmente in presenza di pareti e ostacoli, ma meno rapidamente rispetto alle schede 802.11g tradizionali.

Votazione: 85

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore