Asus conquista l’Italia

Aziende

Grazie a oculate strategie di canale, Asus nel 2004 ha registrato in Italia una crescita complessiva intorno al 40%. In arrivo i primi monitor lcd e i nuovi smartphone

Un 2004 positivo per la filiale italiana di Asustek, che ha registrato segnali positivi in diversi segmenti di mercato, arrivando a sfiorare nel complesso una crescita di circa il 40%, con un fatturato di 260 milioni di euro. Asus ritiene che gli ottimi risultati siano da attribuire anche alle vincenti strategie adottate per il canale, che nel 2004 hanno visto il potenziamento sia nel mercato professionale che in quello retail. Tra le iniziative avviate, la creazione dell’European retail group, una struttura commerciale dedicata al mondo consumer. Un team che ha tra gli obiettivi il rafforzamento dei rapporti con le principali catene della grande distribuzione. Tra i settori a maggior crescita, il comparto notebook, dove Asus conferma la terza posizione sul mercato italiano, con la vendita di oltre 200mila pezzi. Anche nell’ambito delle mainboard, punta di diamante della società, le cose sono andate molto bene, con la vendita di circa 700mila schede madri, mentre sono 220mila le schede video. Raggiunto anche l’obiettivo dei 25mila Pocket Pc venduti e si stima che la crescita proseguirà anche nei prossimi mesi. Confortata dall’andamento delle vendite delle soluzioni server, Asus ha annunciato che quest’anno intende ampliare la propria gamma. All’inizio del 2005, inoltre, Asus ha presentato i suoi primi smartphone e monitor Lcd.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore