Asus, nei primi tre vendor entro il 2011

AziendeMercati e Finanza

Luca Rossi, a capo della regione Emea per l’Area Sistemi di Asus, svela un primo trimestre che ha visto rallentare le vendite di laptop e crescere quelle di monitor a cristalli liquidi. Inseguendo l’obiettivo del Ceo:  passare dalla quinta posizione mondiale nel mercato dei laptop alla terza, nel giro di tre anni

Da quando Luca Rossi è stato promosso General Manager Europe per l’area Sistemi (notebook, Eee-Family e desktop) , nell’ambito di una riorganizzazione globale dell’azienda in tre principali divisioni (Componenti pc, Sistemi e Handhleld), gestisce un volume d’affari di oltre 4 miliardi di Euro e un team di oltre 600 dipendenti, avendo la responsabilità operativa diretta come Southern Europe Regional Director di Italia, Grecia, Spagna e Portogallo, ed indiretta dell’intero mercato europeo. “E’ questo un mercato che risente della situazione economica difficile – commenta Rossi a Milano, in occasione del lancio delle nuove serie di notebook -.Nel primo quarter del 2009 i sistemi sono cresciti meno del previsto, anche se compongono ben il 60% del nostro giro d’affari, mentre è cresciuto il business dei componenti per pc che sfiora il 39% del fatturato. Devo ammettere che non è stato un trimestre brillante per la vendita dei sistemi, ma stiamo crescendo molto nei monitor a cristalli liquidi”.

Nel primo trimestre l’Europa, che in genere è responsabile del 50% del business, ha contribuito per il 43%, così come l’Asia, mentre il restante 14% è stato realizzato sommando le vendite degli altri paesi. “Il fatto di non essere presenti con una quota significativa nel mercato statunitense, che sta vivendo profondamente la crisi economica– commenta Rossi – paradossalmente ci ha aiutato”.

Alcuni dati sul 2008: Asus si è riconfermata prima nel mercato mondiale delle motherboard e quinta nel mercato dei laptop (netbook e notebook aggregati), attestandosi come terzo vendor nel mercato europeo.“In Italia il nostro market share nei laptop è del 15% e deteniamo la terza posizione. L’obiettivo è di crescere tanto quanto i Paesi dell’est europeo o la Russia, che ha un market share del 22%. Faticano al momento ancora la penisola Iberica, che si attesta sul 9% e la Francia, dove la nostra quota di mercato è del 12%”.

A livello mondiale Asus ha consolidato, nel 2007, 23 miliardi di dollari di cui circa 8 miliardi (un terzo del fatturato) derivanti dall’area Sistemi. “L’obiettivo, dichiarato anche dal nostro Ceo – precisa Rossi -, è diventare uno dei primi tre vendor a livello mondiale nel mercato dei laptop entro il 2011. Ora abbiamo già raggiunto un primo passo importante: essere tra i primi cinque vendor, obiettivo non così scontato visto che nel mercato dei notebook Asus è entrata nel 1997 e in quello dei netbook, che ha lei stessa contribuito ad inventare, nel 2007”.

Il 2 luglio sarà la data per il lancio europeo di nuovi netbook della famiglia Eee, mentre oggi Asus si concentra nel rinnovare la linea di notebook, introducendo 4 serie con focus sul design e sulla nuova tecnologia Intel.

Da settembre arriveranno anche sul mercato europeo i primi smartphone , nati dalla partnership tecnologica tra Garmin e Asus, marchiati con entrambi i brand ma commercializzati dalla rete Garmin.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore