Asus Zenfone 3 o Zenfone 3 Max? A voi la scelta

MobilitySmartphone
0 0 Non ci sono commenti

A confronto i nuovi smartphone Asus Zenfone 3 e Zenfone 3 Max. Tutte le differenze di due smartphone con alcuni punti in comune ma identità ben distinte. Una guida per scegliere

Non è facile districarsi nello scelta di uno smartphone di Asus, perché il catalogo Zenfone sta diventando sempre più ricco, e proprio la comune denominazione Zenfone, che lega tutti i prodotti, e il rilascio di versioni differenti a seconda dei mercatii, insieme agli ultimi annunci, può creare un poco di incertezza. Per questo abbiamo scelto per il nostro confronto due modelli, entrambi disponibili sul mercato italiano, entrambi della generazione Zenfone 3, simili nella denominazione, ma differenti per fascia di prezzo e scelte costruttive. Sono nati per soddisfare target ed esigenze diverse, che è poi anche il motivo di un’offerta Zenfone particolarmente articolata. Parliamo di Asus Zenfone 3 e Asus Zenfone 3 Max.

Zenfone 3 Max
Zenfone 3 Max

Vi spieghiamo subito che nei negozi potrete distinguerli senza incertezze grazie all’etichetta posteriore sulla confezione, oltre ovviamente alle denominazione frontale. Zenfone 3 porta la sigla ZE520KL, invece Zenfone 3 Max riporta la sigla ZC520TL. Quando vi verranno proposti dal vivo ‘fuori dalla scatola’, pur con dimensioni praticamente sovrapponibili, si distingueranno facilmente perché Max riporta sulla base la dicitura Asus, invece il modello Zenfone 3 ha le tre icone caratteristiche di Android. Inoltre Zenfone 3 è tutto avvolto in Corning Gorilla Glass (2.5D ad indicare la lieve curvatura sui bordi), mentre Max ha la parte posteriore in metallo satinato. Frontalmente, Zenfone 3 ha la fotocamera a destra degli altoparlanti, invece è a sinistra in Zenfone 3 Max. Il profilo inferiore poi non lascia dubbi: mentre Zenfone 3 dispone già di interfaccia USB-C 2.0, è la tradizionale microUSB a consentire la ricarica a Zenfone 3 Max.

Zenfone 3
Zenfone 3

Asus Zenfone 3 e Zenfone 3 Max: separati alla nascita

Uno affianco all’altro i due smartphone sono del tutto simili ma solo per le dimensioni, quasi identiche (noi confrontiamo Zenfone 3 con display da 5.2 pollici). Il peso differisce di 4 grammi, impercettibili (148gr 3 Max/144gr Zenfone 3). Lo spessore differisce di circa 1mm, non ce ne si accorge; la larghezza è identica (smarcano i decimi di mm) e l’altezza è appena di 3mm inferiore quella di Zenfone 3. Oltre alla differenza dello chassis rivestito di vetro anche sul profilo posteriore per il nuovo Zenfone 3, potrete distinguere la proposta per il lettore di impronte digitali di forma quadrata nella versione Max e invece allungato nella proposta Zenfone 3. Zenfone 3 Max è disponibile nella colorazione Glacier Silver o grigio titanio e in una variante gold, mentre Zenfone 3 prevede le 4 colorazioni complessive (in una delle nostre foto successive).

Zenfone 3 e Zenfone 3 Max
Zenfone 3 e Zenfone 3 Max

Sono solo simili nella forma squadrata gli oblò delle due fotocamere (ma vedremo non i sensori tanto che Zenfone 3 ha bisogno di maggiore spessore e l’ingombro fuoriesce dallo chassis), sono diversi gli illuminatori flash a led (doppio solo quello di Zenfone 3); è uguale invece il sensore di impronte digitali dal punto di vista tecnologico, anche se – come accennato – offerto in una forma allungata nel modello Zenfone 3. I profili lucidi tagliati al diamante, il microfono per la riduzione del rumore esterno, sono disponibili su entrambi i modelli, ma il diffusore, sul profilo di base di Zenfone 3, è spostato sul retro (non essendoci la copertura di vetro) su Zenfone 3 Max. Uguali anche i profili. A sinistra con il controllo volume e più in basso il tasto di accensione.

Asus Zenfone 3 - Fotocamera lievemente sporgente, doppio led flash e sensore di impronte digitali ridisegnato
Asus Zenfone 3 – Fotocamera lievemente sporgente, doppio led flash e sensore di impronte digitali ridisegnato

Sul profilo opposto il cassetto per Sim (dual sim) ed espansione di memoria. I modelli vedono predisposto un unico cassetto con alloggiamento per Sim 1 in formato microSIM e un alloggio per Sim 2 nel formato nanoSim, oppure al posto della nanoSim è possibile alloggiare la scheda di memoria microSD. Variano a seconda dei due modelli le capacità massime di espansione memoria, con Zenfone 3 in grado di espandersi con schede teoricamente fino a 2 TB, secondo le specifiche ufficiali. Spieghiamo meglio un passaggio importante: entrambi gli alloggiamenti delle SIM supportano il traffico 3G e 4G, ma solo una SIM alla volta può essere abilitata al traffico 3G/4G, entrambi i modelli lavorano con l’opzione Dual Sim Dual Standby.

Sul profilo inferiore è predisposta la presa microUSB, tradizionale (decentrata in Zenfone 3 Max), su quello superiore il connettore per il minijack; nel modello Zenfone 3 il microfono per la riduzione del rumore trova spazio qui, invece in Zenfone 3 Max è collocato sul dorso. Di sicuro l’ergonomia complessiva equivalente è molto buona, in entrambi i casi, non si tratta di smartphone ingombranti con la diagonale del display per entrambi di 5,2 pollici.

La finitura curva del vetro protettivo anche sul dorso rende indubbiamente Zenfone 3 più elegante, ecco avremmo preferito trovare i cassettini per Sim e schedine di memoria un attimino più curati. La finitura in policarbonato bianco abbastanza dozzinale non si addice a questi modelli che esteriormente si rivelano molto gradevoli e in grado di competere con i modelli più costosi. Vediamo allora dove sono le differenze più importanti, nell’analisi delle specifiche.

Asus Zenfone 3 e Zenfone 3 Max: specifiche e anime diverse

Se fuori i due modelli mostrano ingombri identici, ma le finiture già li caratterizzano, le differenze dal punto di vista delle specifiche hardware non mancano, ed è importante comprenderle a fondo per fare la scelta giusta.
Siamo subito chiari: non è come nei film, in cui il più forte è più forte in tutto, i buoni stanno da una parte e i cattivi dall’altra. E’ vero però che, se si cercano le prestazioni pure, Zenfone 3 vanta specifiche migliori, ma Zenfone 3 Max (e da qui il nome) si distinguerà con la sua batteria da record, che lo renderà preferibile a non pochi clienti. Max è tale quindi esclusivamente per la batteria da record. Le differenze si riverberano anche nel prezzo. Zenfone 3 Max, non è “max” nel prezzo e lo si trova disponibile anche a 199 euro. Mentre Zenfone 3 lo abbiamo trovato disponibile a un prezzo tra i 300 e i 370 euro. Ed entriamo nei dettagli.

Display, Cpu e Ram

Il display di Zenfone 3 Max da 5.2 pollici si ferma alla risoluzione HD (1280×720), con tecnologia IPS e luminosità massima di 400 nit, migliore la soluzione Zenfone 3, un FHD (1920×1080) con luminosità massima a 600 nit. A parte la risoluzione, la luminosità è fattore differenziante non per tutti, ma può essere significativo. E’ il cuore dei due sistemi a collocarli in fasce di prezzo e a offrire poi prestazioni sensibilmente diverse. Entrambi gli smartphone funzionano con Android 6.0 e si presentano con la ‘premiata’ interfaccia Asus ZenUI 3.0. Entrambi gli smartphone hanno dato l’addio alle Cpu Intel, ma mentre Max dispone ‘appena’ di un processore Mediatek quad-core  e Gpu Mali T720, Zenfone 3 monta l’octa-core Snapdragon 625 di Qualcomm e quindi Gpu Adreno 506. Max sfrutterà 3 Gbyte di Ram, invece Zenfone 3 ben 4Gbyte di Ram. Il modello Max è più scarso invece nella memoria con 32 Gbyte di storage interno (che iniziano a essere nemmeno tanti), mentre il modello Zenfone 3 porta in dote 64 Gbyte.

La fotografia

Arriviamo al comparto fotografico, sempre fondamentale per chiunque sceglie il suo smartphone. Entrambe le proposte non sono decisamente entrylevel, una buona nota soprattutto per Max che costa molto meno rispetto a Zenfone 3. Il primo monta un sensore da 13 MP per la fotocamera posteriore, con un gruppo ottico a 5 lenti, mentre il modello più costoso lavora con un sensore da 16 MP (e 6 P lenti Largan). La fotocamera anteriore per Zenfone 3 ha un sensore da 8 MP, 5 MP per Zenfone 3 Max. Non finiscono qui le differenze per la fotocamera, che si riverbereranno nelle prestazioni della messa a fuoco. Infatti solo il modello Zenfone 3 dispone di stabilizzazione ottica dell’immagine, di laser auto-focus e di flash led a doppia colorazione per ottenere incarnati più realistici e gradevoli. Non c’è ombra di dubbio. Se l’obiettivo è quello di disporre di un ottimo smartphone, ancora relativamente economico, ma in grado di soddisfare pienamente le esigenze fotografiche la scelta deve indirizzarsi su Zenfone 3.

La batteria

Eppure, anche Zenfone 3 Max ha un punto di forza che lo rende vincente. Ed è l’autonomia: il display con risoluzione inferiore, una Cpu più modesta, ma supportata comunque da 3 Gbyte di Ram – rari in questa fascia di prezzo – ma soprattutto una batteria molto importante, da ben 4130 mAh (contro quella da 2650 mAh del modello Zenfone 3), fanno di Zenfone 3 Max una soluzione niente male, non solo per essere certi di arrivare a fine giornata sereni, ma di affrontare tranquillamente anche la notte fuori casa, senza problemi e almeno tutta la mattina del giorno successivo. Non si può dire proprio lo stesso per il modello che in tutti gli altri comparti fa meglio. E la preferenza è anche maggiore se si pensa che in questo modo Zenfone 3 Max, con un apposito cavo, potrà ricaricare qualsiasi altro dispositivo microUSB, funzionando proprio come una batteria esterna.

Zenfone 3 Max usato come caricatore
Zenfone 3 Max usato come caricatore

I due smartphone possono essere considerati equivalenti nel comparto networking e radio, ma va segnalato il supporto per Wifi 802.11 ac di Zenfone 3, che manca invece a Zenfone 3 Max. Entrambi gli smartphone ovviamente sono dotati di ricevitore GPS, mentre il produttore segnala per il modello migliore anche il supporto per i sistemi Glonass/BDS. Zenfone 3 dispone a differenza di Max del sensore a infrarossi e del giroscopio.

Come scegliere

E’ chiaro che Zenfone 3 e Zenfone 3 Max sono pensati per un pubblico diverso. Chi sceglie Zenfone 3 Max vuole risparmiare, ma assicurarsi anche il beneficio di un’autonomia che in tanti casi fa la differenza. A fine giornata avere a disposizione lo smartphone migliore che non ha più batteria servirà a poco. E invece sarebbe proprio il momento di poter scattare una foto anche al crepuscolo con la migliore fotocamera possibile (con Zenfone 3). Asus evidentemente ha dovuto fare delle scelte, ed è importante notare quanto una batteria capiente possa incidere nel design e nella progettazione di un prodotto.

Asus Zenfone 3 Max - Il cassettino della SIM
Asus Zenfone 3 Max – Il cassettino della SIM

Tutti infatti avremmo desiderato uno smartphone con le caratteristiche di Max, per l’autonomia, ma la potenza di Zenfone 3 e la sua eleganza e il suo comparto fotografico. E’ chiaro che è praticamente impossibile ottenere tutto senza aumentare gli ingombri. Da qui i due progetti e il prezzo finale così differente.

Dal nostro punto di vista la scelta di Max è una scelta di pratica sobrietà. Quella di Zenfone 3 più attenta a qualità e prestazioni. Gli utenti spesso ragionano pensando ad avere il meglio e basta, magari senza accorgersi delle differenze. Chi non gioca, per esempio, è probabile non percepirà assolutamente la differenza tra le due Cpu. Per questo ha comunque ancora un senso ponderare in fase di acquisto di cosa abbiamo davvero bisogno.

Entrambi gli smartphone non deludono, perché anche Max comunque dispone di un comparto fotografico non certo eccellente, ma utilizzabile con disinvoltura per un risultato più che discreto. Il boost con 3 Gbyte di Ram non fa soffrire nell’esecuzione delle applicazioni.

Il prezzo di Zenfone 3 non è comunque basso. Siamo vicini ai 400 euro, poco più in alto si trova Huawei P9 con la doppia fotocamera Leica. La nostra preferenza assoluta andrebbe probabilmente a un modello con l’autonomia di Max e le caratteristiche di Zenfone 3 a 300 euro. La quadratura del cerchio… Forse.

QUIZConoscete tutto degli smartphone 2016? Mettetevi alla prova
WhitePaper –
Sei interessato ad approfondire l’argomento? Scarica il Whitepaper: Conquistare un vantaggio nella Mobile App Economy

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore