Asus ZenPad 3s 10 alla prova dei fatti

Dispositivi mobiliMobility
0 2 Non ci sono commenti

IN PROVA – ZenPad 3s 10 è il nuovo tablet di Asus disponibile da ottobre nei negozi che coniuga l’eleganza di uno chassis in alluminio con specifiche hardware importanti. Lo abbiamo messo alla prova

Proprio nei primi giorni di scuola, appena prima dell’inizio dell’autunno, Asus ha portato in Italia i nuovi device: smartphone, laptop, 2-in-1 e tablet. Proviamo il nuovo modello Asus ZenPad 3s 10 (Z500M, per riconoscerlo con precisione a listino), un tablet Android con diagonale da 9.7 pollici, presentato in anteprima a IFA 2016. Si tratta di un ultrasottile equipaggiato con Android 6.0.1 (Marshmallow), rivisitato dall’interfaccia ZenUI 3.0.

ZenPad 3s 10 – Descrizione e specifiche

Il design di Asus ZenPad 3s 10 è molto elegante e discreto. Questo tablet misura 24x16x0,58 mm e pesa 430 grammi. Se ne apprezzano quindi l’estrema sottigliezza e la massima portabilità. La finitura in metallo, tutta in alluminio satinato con i profili lucidi tagliati a diamante e i bordi curvi ne fanno una proposta davvero raffinata. Sul profilo inferiore, ben ravvicinati tra di loro, ben visibili e retroilluminati ci sono i tasti di controllo e il tasto Home centrale che include il lettore di impronte digitali per un facile login.In alto sul profilo destro i tasti di controllo del volume e appena sotto quello di accensione, sul profilo superiore trova posto la presa del minijack e il microfono filtro per i rumori esterni, e sul profilo sinistro il cassettino per inserire le schede di memoria microSD.

Questa proposta non prevede il supporto per la connettività LTE, previsto invece per il modello più piccolo, che può essere utilizzato anche come telefono. Il profilo posteriore è ‘sporcato’ solo dalla fotocamera in alto a sinistra. In questo modello la fotocamera posteriore sfrutta un sensore da 8 MP, quella anteriore da 5 MP.

Asus ZenPad 3s 10
Asus ZenPad 3s 10

Il display è a finitura lucida, facile lasciarvi le proprie ditate. Si tratta di un pannello IPS multitouch con risoluzione 2048×1536 pixel (QXGA), è la stessa risoluzione disponibile per il modello con diagonale da 8 pollici, quindi con una densità in pixel leggermente inferiore. L’esperienza è comunque gradevole. E’ un pannello luminoso, ma l’esperienza diretta alla luce del sole, come spesso accade, è buona ma non eccellente. I limiti tecnologici sono intrinseci.

Tuttavia Asus cerca di proporre il meglio con le tecnologie proprietarie VisualMaster e Tru2Life che consentono di esaltare la resa delle immagini, con la regolazione automatica di contrasto e nitidezza migliorata, grazie al sistema TruVivid deputato all’ottimizzazione di diversi parametri tra cui anche la luminosità e la reattività al tocco, con due soli livelli che compongono lo schermo contro i sei tradizionali, assicurando così una dispersione inferiore e facilitando la lettura anche nelle condizioni critiche che abbiamo evidenziato.

Meritano una segnalazione dedicata i due altoparlanti posizionati sulla base del profilo inferiore, dove si trova anche l’interfaccia di ricarica USB-C. Si tratta di altoparlanti a cinque magneti, di cui Asus sottolinea le qualità grazie all’utilizzo della tecnologia Smart Amplifier NXP, per un volume più alto rispetto alla media delle proposte, senza distorsioni del suono.

Vero, anche nella nostra prova questo è risultato un aspetto apprezzabile, ma non possiamo dire di essere comunque rimasti impressionati dalla qualità dei bassi, che sono il vero punto critico, quando si punta sulla potenza, ma manca comunque lo spazio acustico. ZenPad 3S 10 supporta la riproduzione HRA e virtual surround a 7.1 canali DTS Headphone:X. Si rimarrà decisamente più impressionati nell’esperienza con le cuffie rispetto a quella con gli altoparlanti.

Asus ZenPad 3s 10
Asus ZenPad 3s 10

Arriviamo alle specifiche di elaborazione. Asus ha scelto di equipaggiare questo modello con un processore a sei core, il MediaTek 8176 che su questo modello ha a disposizione ben 4 Gbyte di Ram. La memoria eMMC integrata è di 64 Gbyte, espandibili tramite la scheda microSD (fino a 128 Gbyte). Non siamo rimasti impressionati dalla potenza a disposizione, ma certo 4 Gbyte di Ram si sentono. Gli Antutu Benchmark 3D hanno fatto segnare il punteggio 73668.

E’ questo un tablet già di fascia media con il suo prezzo di 350 euro: quindi non saranno soddisfatti gli accaniti videogiocatori, ma certo nemmeno delusi, considerata la fascia della proposta che si distingue invece per la flessibilità d’uso e l’eleganza.

Tuttavia non mancano i punti a favore apprezzati dal pubblico più eterogeneo. Questo tablet è dotato di una batteria da 5900 mAh che si difende molto bene assicurando circa 10 ore di fruizione multimediale e l’interfaccia USB-C declinata con il sistema Quick Charge 3.0 dovrebbe permettere di raggiungere, secondo i dati del produttore, il primo 70 percento di ricarica in 20 minuti, nelle nostre prove in verità abbiamo raggiunto il 70 percento in circa 40 min, partendo da + 15 percento, sono ottimi tempi comunque. Asus inoltre ha dotato questo modello del lettore di impronte digitali per lo sblocco e l’autenticazione. Non si può chiedere di più, è il sistema più pratico. Per quanto riguarda la connettività infine è supportato WiFi 802.11ac 1×1, in dual band 2.4GHz/5GHz e Bluetooth V 4.2 (EDR + A2DP). Questo tablet può sfruttare la tecnologia Miracast. Non è supportato invece NFC e non è previsto il ricevitore radio FM. Sono previsti tutti i sensori di utilizzo comune oramai previsti su tutti gli smartphone e i tablet (giroscopio, accelerometro, gps…).

Asus ZenPad 3s 10, la nostra esperienza

Abbiamo già lasciato trapelare, tra le righe, alcune nostre sensazioni e impressioni. L’esperienza con Asus ZenPad 3s 10 è ricca di luci e povera di ombre nel complesso. La spesa richiesta, 350 euro, è giustificata da alcune soluzioni di alta qualità: lo chassis, il comparto audio, la scelta della migliore interfaccia USB-C, 4 Gbyte di Ram per dare una spinta in più a un processore potente, ma non eccellente; il sensore di impronte digitali probabilmente farà preferire questo ZenPad anche in tanti utilizzi professionali. Non è certo un tablet che non si presta ad entrare in ufficio. Bene anche il display, anche se non suscita l’effetto wow! In alcune occasioni il touchscreen si è rivelato un po’ pigro, non sempre reattivo come avremmo desiderato o ci saremmo aspettati.

Asus offre lo stilo opzionale, anch’esso in alluminio, con una lunga autonomia, una scelta che avvicina ancora di più questo device ai professionisti.
Il nostro tablet ideale resta comunque un modello con la connettività LTE. Probabilmente il mix ottimale avrebbe previsto le caratteristiche di ZenPad 3s 10 con l’agilità della connettività always on del modello più piccolo da 8 pollici, che a tutti gli effetti (ma non per la potenza e le specifiche hardware) potrebbe davvero soddisfare chi lavora, abbinato a un sistema auricolare Bluetooth.
Arriviamo quindi al software. ZenUI è la declinazione di Android che propone Asus.

Non è per nulla invasiva, offre alcuni tool, come app seprate, per gestire le risorse, prevede una serie di strumenti facilmente accessibili dal menu Impostazioni per controllare ogni dettaglio del tablet, senza disorientare. Non possiamo mentire, e anche per questa proposta il nostro parere è che il sistema migliore sia Android nudo e crudo, anche perché gli utenti nel tempo sono maturati e sanno benissimo scegliere i tool che preferiscono per i task che interessano. Tuttavia alcune scorciatoie ZenUI fanno davvero comodo, se ne scopriranno i vantaggi nel tempo, utilizzando il device a fondo.

QUIZ – Android è la piattaforma più popolare al mondo. La conosci? Rispondi al quiz
WhitePaperSei interessato ad approfondire l’argomento lavoro e device in mobilità? Scarica il documento: Cinque chiavi per supportare BIOD e mobility

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore