Atari Italia inaugura una sezione dedicata ai genitori

PCWorkspace

Il primo decalogo al corretto uso dei videogame e la prima scheda di autocertificazione di qualità.

Dato lo straordinario successo di vendite di Beyblade, gioco in cui un gruppo di ragazzi si affronta in velocissimi scontri con le proprie trottole per spingere l’avversario fuori da un ring, Atari Italia ha inaugurato una sezione dedicata ai genitori, «con lo scopo di avvicinarli, senza pregiudizi, al magico mondo dei videogame». Si tratta di un vero e proprio decalogo per i genitori di bambini under 12 al corretto uso dei videogame che indica, per cominciare, di controllare sempre le caratteristiche del prodotto e l’età per la quale è indicato, prima di acquistarlo; di cercare di giocare ai videogioco insieme ai bambini; di porre limiti di tempo al gioco, dandone spiegazione, per non lasciarli per ore soli davanti ad una console; di far presente sempre che di gioco si tratta, evitando di drammatizzare i toni delle sfide. Le regole continuano con l’attenzione a non gratificare i bambini a tutti i costi lasciandoli vincere sempre, a non farli giocare dope le 10 di sera o appena svegli, a scegliere quale luogo ideale uno spazio comune della casa, a evitare il consumo di merendine durante il gioco e, infine, a dare equo spazio e importanza ad altre attività come studio o altri tipi di gioco. Atari ha inoltre corredato il videogioco di una scheda di autocertificazione di qualità, in collaborazione con Osservatorio Kid, in cui, date le sue caratteristiche si dichiara, tra l’altro, essere adatto a bambini dai tre anni in sù, privo di scene di violenza, molto semplice e dunque finalizzato, senza necessità di eccessiva concentrazione solo al divertimento e al relax. La scheda completa e il decalogo sono visionabili all’indirizzo www.it.atari.com .

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore