Ati Technologies Radeon X800 Pro

LaptopMobility

Una scheda video con prestazioni da primato

La principale differenza tra il Radeon X800 XT e l’X800 Pro è riconducibile alle performance e al conseguente collocamento in segmenti diversi di mercato. La differenza in termini di prestazioni della X800 Pro rispetto alla versione XT è legata principalmente al numero di pipeline relative alle unità pixel shader e alla frequenza operativa. Le Pixel Pipeline sono ora 12 (a differenza delle 16 presenti nel modello Radeon X800 XT), mentre la frequenza reale di funzionamento è di 475 MHz contro i 520 MHz del modello di fascia più alta. Nonostante il layout della board sia praticamente lo stesso per entrambi i modelli, le memorie utilizzate differiscono per tipologia, frequenza e tempo di accesso. Nei modelli provati i moduli sono di tipo Gddr3, marchiati Samsung, con una frequenza di 900 MHz e un tempo di accesso di soli 20 ns. Per sfruttare al massimo le doti della Vpu più potente sono invece stati utilizzati moduli con una frequenza di 1.12 GHz e un tempo di accesso di appena 16 ns. Il sistema di alimentazione prevede sempre un connettore per le tensioni supplementari, mentre il radiatore e la ventola di raffreddamento sono derivati direttamente dai modelli precedenti (il Radeon 9800XT). Nonostante l’utilizzo di driver e control panel in versione ancora non definitiva (Catalyst Beta 6.14.10.6444) è da segnalare un’ottima stabilità del sistema, anche nel caso si decida di utilizzare l’opzione Ati Overdrive per l’overclock dinamico. Gli score totalizzati nei differenti benchmark sono, per ora, i più alti rilevati utilizzando la nostra macchina di riferimento, ovviamente dopo quelli della più potente Radeon X800 XT. Osservando i risultati ottenuti è possibile notare come, sul vecchio codice DirectX 7 e 8, la differenza sia relativamente ridotta, mentre lavorando ad alte risoluzioni con test DirectX 9, il divario però aumenta sensibilmente. La riduzione delle pipeline e della frequenza delle Ram crea infatti un naturale collo di bottiglia quando vengono eseguite più operazioni Per Pixel e sono attivi più tipi di filtraggio. 3dmark2003 (build 340) eseguito a 1600×1200 pixel è il test che più evidenzia questa differenza con uno scarto di circa il 12% a favore della X800 XT. Radeon X800 Pro si distingue comunque per le prestazioni se paragonate alle precedenti generazioni di Gpu/Vpu nVidia e Ati.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore