AT&T acquista T-Mobile USA

AcquisizioniAziendeMarketing

AT&T compra la controllata di Deutsche Telekom e diventa il più grande operatore di telefonia mobile d’America, ma l’acquisizione dovrà ottenere l’ok dell’Antitrust. Operazione da 39 miliardi di dollari

AT&T acquisisce T-Mobile USA per 39 miliardi di dollari e diventa il più grande operatore di telefonia mobile d’America. Deutsche Telekom ha deciso infatti di cedere ad AT&T la sua controllata negli Usa: il pagamento avverrà per 25 miliardi in cash e per il restante in azioni. Riparte la sfida contro Verizon Wireless e Sprint Nextel.

T-Mobile era già nel mirino di Sprint, ma AT&T condivide con la controllata di Deutsche Telekom la tecnologia GSM wireless. Un punto a suo favore. Inoltre At&t ha fatto un’offerta più alta. Con questa mossa Deutsche Telekom manterrà l’8% in AT&T e un posto nel CdA del colosso statunitense.

AT&T, che finora era il secondo operatore wireless alle spalle di Verizon, aggiunge 34 milioni di utenti al suo parco clienti (mobile) di 95 milioni e raggiunge nella telefonia mobile Usa la quota di 129.2 milioni di abbonati (mentre Verizon ne ha 94.1 milioni). Si tratta della più grossa operazione nel mercato wireless dal 2004 (quando Sprint si fuse con Nextel); dopo di ché nel 2006 AT&T comprò BellSouth Corp per 83 miliardi di dollari. Combinando il secondo e il quarto gestore del comparto, la transazione sarà sottoposta ai regolatori e a un attento esame da parte dell’Antitrust, che potrebbe durare circa un anno.

Secondo l’istituto finanziario Piper Jaffray la transazione è così imponente che non ci sono garanzie sull’ok dell’Antitrust, anche se la FTC apprezzerà il lancio del 4G Long-Term Evolution (LTE) per espandere la banda larga mobile.

AT&T compra T-Mobile per 39 miliardi di dollari
AT&T compra T-Mobile per 39 miliardi di dollari
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore