At&t in profondo rosso

Workspace

Maxi svalutazione e perdite per il colosso delle telefonia americana

At&t nel terzo trimestre ha segnato una perdita pari a 7,12 miliardi di dollari, ovvero 8,95 dollari per azione. Dopo l’annuncio della pesante ristrutturazione, equivalente a un taglio del 20% della forza lavoro della società telefonica, ora è la volta di una svalutazione. At&t punta a recuperare profittabilità, ma soprattutto mira a chiudere l’anno fiscale con un indebitamento netto dimezzato rispetto all’anno scorso. Le vendite infine nel terzo trimestre sono diminuite del 12% a 7,638 miliardi di dollari.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore