Attacco di cavalleria a Google

Sicurezza

E’ recentemente apparso sulla scena informatica un nuovo Trojan Horse in grado di sostituire i banner di Google

Il sito Techshout.com ha comunicato la presenza di un nuovo Trojan horse esclusivamente dedicato allo sfruttamento del noto motore di ricerca Google. Il nuovo cavallo di Troia è in grado di sostituire i banner legittimi Google AdSense con pubblicità truffaldine che portano spesso su siti per adulti e casinò on-line. Se l’utente clicca su uno di questi banner viene diretto verso risorse on-line che nulla hanno a che fare con il contesto della pagina visitata: in genere si tratta di siti porno o di scommesse. Il nuovo trojan, ancora privo di un nome ufficiale, è stato scoperto da un web publisher indiano, Raoul Bangera, che lo ha già segnalato al team AdSense di Google e ai principali produttori di antivirus. Per il momento non si conosce ancora il meccanismo con il quale il cavallo di Troia si diffonde e si installa nel sistema: l’ipotesi più accreditata è che infetti i sistemi Windows attraverso le pagine web e provveda poi a sostituire i banner del network AdSense con i propri. Il blog italiano conneXioni avanza anche l’ipotesi che il cavallo di Troia sfrutti la recentissima vulnerabilità di sicurezza legata al formato grafico WMF di Windows: anche in questo caso, tuttavia, i server web aziendali dovrebbero essere ben protetti da una simile minaccia.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore