Attacco hacker a Nintendo e altri 300 siti europei

Network

La sicurezza su Internet è un mito è il messaggio postato dagli hacker sui siti violati

Gli hacker mettono in ginocchio il sito della Nintendo Europe e nove dei suoi siti affiliati tedeschi, nellambito di un attacco più vasto che ha colpito 300 presenze online in tutta la Germania. Il gruppo di pirati che si fa chiamare BL4F Crew, su tutte le pagine attaccate, ha postato il messaggio security is a complete myth on the Internet e non ha risparmiato neanche attacchi ai cosiddetti script kiddie, hackers alle prime armi, spesso neanche consapevoli delle conseguenze causate dai loro attacchi. No ethics. No skills. No message è il messaggi invece riservato a questi gruppi. I visitatori Nintendo-europe.com per diverse ore hanno ricevuto il messaggio di errore al momento della connessione, ma una portavoce della società ha precisato che il down è dovuto a problemi tecnici non ben definiti dovuti al web host, non ci sono indicazioni di un attacco ai nostri danni. Tra le altre società coinvolte ci sono anche Toshiba, una società di consulenze inglese, DPNet e worldfootball.org. Secondo gli esperti, lattacco di domenica è riconducibile alla linea di comando sul BIND, già rilevato in precedenti simili lo scorso gennaio. Paul Rogers, analista del network per la sicurezza MIS-CDS, è convinto che per un attacco di massa del genere, la via più ovvia è attaccare attraverso i name server di dominio. Hanno sfruttato i più recenti patch del BIND, particolare che fa pensare a un gruppo molto ben connesso con le altre comunità di hacker.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore