NOTIZIE

Audiweb, crescono gli italiani che navigano da smartphone e tablet @ shutterstock

Audiweb, crescono gli utenti da smartphone e tablet

Crescono gli italiani online. Ma soprattutto sono 15 milioni gli italiani che possono accedere a internet da cellulare/ smartphone e 2 milioni da tablet. Le attività nel Mobile e quali sono le apps più scaricate dagli italiani

Dalla rilevazione di luglio 2012 emerge che il 78,9% della popolazione italiana tra gli 11 e i 74 anni, pari a 38 milioni di cittadini, dichiara di accedere a internet da qualsiasi luogo e strumento. Ammontano a 15 milioni gli italiani che possono accedere a internet da telefono cellulare/smartphone e 2 milioni da tablet. Nella maggior parte dei casi si tratta di  giovani (oltre il 90% nella fascia di età compresa tra gli 11 e 34 anni) e coloro che vivono nei centri con più di 100.000 abitanti.

Inoltre l’audience online da PC nel giorno medio cresce del 9,2% in un anno, e si assestano a 13,3 milioni gli utenti online a luglio 2012. Questi sono i risultati della Ricerca di Base sulla diffusione dell’online in Italia e i dati di audience del mese di luglio 2012 ad opera di Audiweb Database e Audiweb Trends.

Le 14 milioni di famiglie connesse navigano in Banda Larga: 9,8 milioni di famiglie scelgono una connessione ADSL o in fibra ottica (il 70,2% dei casi). Significativo è l’accesso tramite chiavetta internet, con circa 4 milioni di casi, pari al 28% delle famiglie che accedono a internet da casa.

Analizzando i dati di diffusione rispetto alla popolazione, sono 38 milioni gli Italiani che dichiarano di accedere da qualsiasi luogo e device (da casa, ufficio o da un luogo di studio), pari al 78,9% della popolazione tra gli 11 e i 74 anni.

Più in dettaglio, approfondendo le differenti modalità di accesso a internet, emerge una maggiore disponibilità di accesso da casa attraverso computer, confermata nel 73% dei casi (35,2 milioni di individui tra gli 11 e i 74 anni), seguita dall’accesso da luogo di lavoro/ufficio, disponibile per il 48,4% degli italiani occupati (11 milioni).

L’accesso a internet da cellulare/ smartphone/PDA riguarda il 31,3% dei casi (pari a 15 milioni di individui), mentre l’accesso dai tablet è disponibile per quasi 2 milioni di individui.L’accesso a internet da cellulare è disponibile per il 34,6% degli uomini e il 28,1% delle donne, principalmente tra i giovani (circa la metà degli individui di età compresa tra gli 11 e 34 anni), i residenti del Centro Italia (il 37,6% della popolazione di quest’area) e del Nord Ovest (il 32,7%). Chi accede da Mobile,  che cosa fa? Naviga su internet (il 56,9% dei casi), invia/riceve e-mail (il 32,7% dei casi), interroga motori di ricerca (31,9%), si collega ai social network (31,8%). Sono 3,5 milioni coloro che dichiarano di aver scaricato e utilizzato almeno una volta un’app (gratuita nel 67,4% dei casi o anche a pagamento nel 32,6% dei casi) e tra le applicazioni Web utilizzate negli ultimi 30 giorni, vincono i giochi (55,1%), il meteo (52,6%), le applicazioni dedicate ai social network (46,9%), le mappe, itinerari, informazioni sul traffico (43,4%), le applicazioni per foto e immagini (41,1%).

Al 90% sono laureati (98%), al 93,5% diplomati, al 90% occupati, e in dettaglio, dirigenti, quadri e docenti universitari (il 100% degli intervistati), imprenditori e liberi professionisti (98,1%), impiegati e insegnanti (97,7%). Il 100% degli studenti universitari dichiara di avere accesso a internet, mentre quelli delle scuole medie e superiori si fermano al 93,7%.

Audiweb, crescono gli italiani che navigano da smartphone e tablet @ shutterstock

Audiweb, crescono gli italiani che navigano da smartphone e tablet

I contenuti di Itespresso.it sono disponibili su Google Currents: iscriviti adesso!

Commenti




Un commento su Audiweb, crescono gli utenti da smartphone e tablet

Lascia un Commento

  • I campi obbligatori sono contrassegnati *,
    L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>