Audiweb: Internet è sempre più Mobile anche in Italia

AziendeDispositivi mobiliMarketingMercati e FinanzaMobilityWorkspace
Le tariffe mobili dell'estate

Audiweb fotografa le attività degli utenti italiuani da smartphone e tablet. Fra le apps più popolari: giochi, meteo, social network, mappe, informazioni sul traffico, foto e video

Audiweb Trends, il report di sintesi della Ricerca di Base realizzata in collaborazione con Doxa, ha archiviato i primi nove mesi del 2012 registrando che l’accesso a Internet da casa avviene non solo tramite Pc familiare, ma anche il notebook aziendale ed altri device: le Smart Tv e le console di gioco. Complessivamente, in questo arco temporale, oltre due terzi delle famiglie italiane dichiarano di possedere un Pc di proprietà, il 69% delle famiglie con almeno un componente fino a 74 anni (15 milioni). Fra di esse, 14 milioni possono accedere ad Internet da casa. Contando i Pc aziendali utilizzati a casa, le Tv e le console giochi, sono 14,3 milioni le famiglie italiane che dichiarano di avere accesso a internet da casa attraverso uno di questi device: pari al 66,4% del totale famiglie.

La Banda Larga arriva nelle case di 9,8 milioni di famiglie. Si attesta al 69,8% delle famiglie la percentuale che conferma di avere un accesso a internet da casa attraverso computer di proprietà; ammontano a 9,2 milioni di famiglie, la quasi totalità, quelle che hanno sottoscritto un abbonamento flat. Il 27,4% delle famiglie accede tramite le chiavette internet: pari a 3,9 milioni.

Risultano connessi 38 milioni di italiani fra gli 11 e i 74 anni. Il 79% della popolazione nella fascia considerata dichiara di accedere a internet da location fisse (da casa, ufficio o da un luogo di studio) o da Mobile. Esaminando la disponibilità di accesso a internet dai vari device e dalle singole location esaminati, emerge un’elevata disponibilità da casa tramite computer (35,3 milioni di individui tra gli 11 e i 74 anni): nel 73,2% dei casi. Il 33%  (16 milioni di individui) si connette a internet da telefono cellulare/smartphone , mentre il 4,9% (2,4 milioni di individui) esclusivamente da tablet.

Il tasso di penetrazione è superiore al 90% per i giovani nella fascia di età compresa tra gli 11 e 34 anni, i laureati (98,1%), i diplomati (93,6%), gli occupati in generale (90,2%) e per i dirigenti, quadri e docenti universitari (il 100% degli intervistati che ricoprono una di queste posizioni), gli imprenditori e liberi professionisti (98%) e gli impiegati e insegnanti (97,7%).

L’identikit degli Italiani che accedono a internet da mobile è il seguente: 36% degli uomini e 30% delle donne, in particolare giovani (il 50% degli 11-17enni e il 53,5% dei 18-34enni), con tassi di penetrazione più elevati fra i livelli di istruzione e condizione professionale più alti. Accedono a internet da mobile il 49,3% dei laureati, il 43,4% dei diplomati, il 59,5% degli imprenditori e liberi professionisti e il 53,8% dei dirigenti, quadri e docenti universitari. Gli studenti, universitari e non, superano il 50% (55,6% per gli studenti universitari e 52,6% per gli studenti di scuole medie e superiori).

Ammontano a 10,6 milioni le persone che hanno almeno una volta navigato da cellulare/smartphone. Tra le attività svolte in mobilità: navigare su internet (il 58,4% dei casi), inviare/ricevere e-mail (il 33,4% dei casi), accedere ai social network (32,5%), consultare motori di ricerca (31,3%). Quattro milioni dichiarano di aver scaricato e utilizzato almeno una volta un’applicazione tramite il smartphone e tra quelle utilizzate negli ultimi 30 giorni, le principali sono applicazioni di giochi (53,6%), meteo (51%), quelle che permettono di accedere e chattare sui social network (47,1%), mappe, itinerari, informazioni sul traffico (41,3%) e le applicazioni per foto e immagini(39,3%).

Audiweb fotografa gli italiani che navigano da Mobile @ shutterstock
Audiweb fotografa gli italiani che navigano da Mobile
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore