Aumentano le proteste contro Internet.org

NetworkReti e infrastrutture
Aumentano le proteste contro Internet.org
1 6 Non ci sono commenti

Ben 67 gruppi pro diritti digitali puntano il dito contro Internet.org, l’iniziativa di Facebook anti digital divide, accusata di violare i principi dell’Open web e della Net neutrality

Nel mondo si allargano le proteste contro Internet.org, l’iniziativa anti Digital Divide di Facebook. Gruppi pro diritti digitali denunciano che Internet.org pone problemi di net neutrality.

Aumentano le proteste contro Internet.org
Aumentano le proteste contro Internet.org

Ben 67 gruppi di cyber – rights hanno firmato una lettera aperta al fondatore di Facebook, Mark Zuckerberg, per esprimere le loro perplessità su Internet.org. Dal 2014, il progetto, che vuole abbattere il divario digitale nel mondo, ha debuttato in Zambia, India, Colombia, Guatemala, Tanzania, Kenya, Ghana, Filippine ed Indonesia. In India l’iniziativa è accusata di violare i principi dell’Open web e della Net neutrality. Mark Zuckerberg, co-fondatore e Ceo di Facebook, ha difeso Internet.org in un video, spiegando che portare il Web dove oggi non arriva, costerebbe miliardi di dollari e gli operatori non potrebbero farcela.

Di recente, il social network di Manlo Park ha teso una mano agli sviluppatori, aprendo Internet.org alle terze parti. I developer dovranno seguire tre parametri:

1) Siti ed applicazioni non possono essere data-intensive: sono bannati video, foto ad alta risoluzione e chat vocali e video;
2) Essi devono funzionare su smartphone e su telefonini low-cost. Sono vietati l’uso di JavaScript, Flash, il protococollo delle comunicazioni sicure HTTPS ed altri prodotti web-based;
3) Devono favorire l’esplorazione più ampia di Internet ed incoraggiare l’abbonamento a Internet a pagamento.

Oggi in Africa ha accesso a Internet il 26,5% della popolazione. Ma se una persona su dieci ha accesso a una linea telefonica fissa, otto su dieci hanno un telefono cellulare (Fonte: Quartz). Il 30% degli utenti usa il telefono per fare pagamenti. Secondo Jana, l’advertising mobile nei Paesi emergenti raggiungerà i 330 miliardi di dollari nei prossimi cinque anni.

La popolazione connessa oggi supera tre miliardi di persone: nel 2025 sarà di cinque miliardi. Entro un decennio, quattro su cinque delle maggiori economie al mondo saranno in Asia.

Che cosa sapete della Net Neutrality? Misuratevi con un Quiz!

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore