Avanza la cyber-Italia mobile

Workspace

La navigazione da cellulare su Web mobile conquista 7 milioni di utenti in Italia. Social network e cellulari di ultima generazione trainano il Web mobile

L’Italia è mobile. La navigazione da cellulare su Web mobile conquista 7 milioni di utenti in Italia. I datti arrivano dal convegno “Mobile Content & Internet: niente è più come prima!” promosso dall ‘Osservatorio Mobile Content & Internet della School of Management del Politecnico di Milano.

Il 94% di loro sa di poter fruire di almeno una tipologia di contenuti tramite telefonino. Oltre un quarto, pari a oltre 13 milioni di italiani, dichiara di aver acquistato almeno un contenuto nell’ultimo anno. Ma a fare breccia non è tanto lo shopping, quanto lo scambio di contenuti.

secondo comScore, in Italia su 47 milioni di utenti di telefonia mobile, il 31% ha usato servizi mobile media, cioè ha svolto attività di navigazione, download di contenuti o utilizzo di applicazioni. La penetrazione si mantiene superiore alla media europea del 28%, con una crescita di circa il 30% rispetto al gennaio 2008. L’uso di questi servizi, che rappresentano un consumo evoluto rispetto ai tradizionali servizi a valore aggiunto, è promosso dalla telefonia 3G. A gennaio, ben il 43% degli utenti che avevano comprato un cellulare negli ultimi 6 mesi ha consumato servizi di mobile media.

Spiega Filippo Renga, responsabile della ricerca dell’Osservatorio Mobile & Internet:“ Il Mobile Internet oggi abilita nuove forme di relazione tra utenti, come l’accesso ai servizi di instant messaging e di social networking. Il lancio dell’iPhone ha certamente aumentato la conoscenza e la domanda di Mobile Internet, ma ricordiamo che l’Italia è leader in questo settore sia per penetrazione dei cellulari sulla popolazione italiana sia per la vendita di contenuti mobili da sempre. La maggiore penetrazione di telefoni evoluti anche con Gps integrato porterà inoltre alla diffusione di servizi Location based.”

A trainare èil social networking, un segmento in forte in questo mercato: ha quasi quadruplicato il numero di utenti in un anno e raggiunto l’11% di penetrazione a gennaio, rispetto a una media europea del 9%. A guidare la crescita del Web 2.0 è Facebook. Gli i nstant messaging continuano a piacere con una penetrazione del 9% a gennaio, un punto in più rispetto alla media europea, guidati da MSN. Il social networking è il volano idealeper i consumi mobile più evoluti, grazie al potenziale di coinvolgimento ed esperienza che esercita sui giovani. Anche la navigazione internet tramite cellulare tiene; l’accesso a news e info via browsing guadagna il 12% di reach a gennaio, anche se sotto alla media europea, del 14%.

Il mobile internet in Italia è tuttora penalizzato dalla preponderanza delle prepagate e delle tariffe a consumo, a scapito di piani tariffari a traffico illimitato, la cui diffusione è più lenta che nel resto d’Europa. I principali consumi dei navigatori, ad eccezione di email e social networking, riguardano motori di ricerca (43% di chi naviga news ed info), informazioni meteo (30%), news in generale (29%).

Gli utenti “Appassionati” ammontano a 2,3 milioni (17%) e hanno comprato diverse tipologie di Mobile Content almeno una volta al mese nell’ultimo anno;si considerano acquirenti abituali di Mobile Content. Seguono i “Focalizzati” che si attestano a 2,9 milioni (21%), con diversi acquisti nel corso dell’anno ma sempre dello stesso tipo di contenuto. Appartengono, generalmente, ad una fascia sociale medio-bassa, oppure sono studenti. Si dimostrano condizionati da tutti i canali di comunicazione.

I provider di servizi guardano con maggiore interesse ai “Non acquirenti” che spiegano il loro mancato acquisto, qucon diverse giustificazioni:il timore di abbonarsi a propria insaputa (36%), la non fiducia nell’offerta (35%) e il costo troppo elevato (35%).

Infine chi conosce la possibilità di navigare col cellulare sui siti “classici” fruiti tipicamente dal Pc, sono più di quelli che sanno di poter visitare sui siti specificatamente dedicati alla navigazione mobile. Il 13% della popolazione italiana dichiara di aver provato almeno una volta nell’ultimo anno a navigare in internet da cellulare.

La ricerca ha coinvolto un campione di 3.200 individui.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore