Balzo del 20% per l’advertising online

AziendeMarketingMercati e FinanzaWorkspace

Anche nel 2010 internet è il mezzo che registra il risultato più brillante chiudendo con il +20,1%

A livello di mezzi sono internet (+20,1%), cinema (+12,2%), direct mail (10,3%), radio (+7,7) e tv (6,0%) quelli che hanno registrato la crescita più alta rispetto al 2009. Anche la stampa, pur chiudendo il 2010 in negativo, ha fornito dei segnali di ripresa nell’ultimo trimestre dell’anno. L’ultimo trimestre ha sorpreso per la tendenza positivo. Dopo il buon risultato di novembre, gli investimenti sono aumentati anche a dicembre (+3,8%). Il 2010 si chiude con un saldo positivo del +4,7% (a livello di pubblicità nazionale) e del +3,8% considerando anche la pubblicità locale .

Il 2010 è stato caratterizzato da una forte crescita dell’advertising delle aziende del largo consumo e della distribuzione. La televisione, sia i canali trasmessi via etere che quelli satellitari (marchi Sky e Fox), archivia il 2010 con un saldo positivo del +6,0% rispetto al risultato del 2009. Positivo l’andamento per la tv satellitare grazie anche ai mondiali di calcio trasmessi tra giugno e luglio.

La stampa nel suo complesso registra un calo del -4,3% determinato principalmente dalla contrazione dell’advertising sui periodici e sulla free press, mentre i quotidiani, considerando la commerciale nazionale chiudono in crescita rispetto all’anno precedente. Anche nel 2010 internet è il mezzo che registra il risultato più brillante chiudendo con il +20,1%. Hanno registrato incrementi a due cifre anche cinema (+12,2%) e direct mail (+10,3%). E’ stato un anno molto positivo anche per le emittenti radiofoniche che hanno visto aumentare l’advertising del +7,7% mentre la stampa perde complessivamente il 4,3%. Risultati leggermente positivi o stabili per affissione, cards e transit.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore