Banche e It governance

Management

Una ricerca di Pwc individua luci e ombre dell’It governance delle organizzazioni finanziarie. Il punto di vista del Cetif

I governance nel settore finanziario è argomento non solo attuale perché banche e istituzioni si trovano ad affrontare un periodo di consistente cambiamento dovuto a pressioni normative (Basilea 2) e a un costante modificarsi dello scenario di mercato che tende sempre più a favorire le concentrazioni e ad avere un respiro europeo. Gestire i sistemi informativi è quindi diventata, per le imprese del settore finanziario, una questione vitale che richiede attenzione, investimenti, capacità di pianificazione e maturità nell’allineare l’utilizzo delle tecnologie informatiche con le reali esigenze del business. L’argomento è stato affrontato da una recente indagine condotta da PricewaterhouseCoopers (Pwc) in collaborazione con l’Associazione italiana information system auditor (Aiea), che ha analizzato le attività di It governance di società di gestione del risparmio (31%), banche (48%) e società di servizi It che fanno capo a istituzioni finanziarie (21%). Il primo dato che emerge dall’indagine fa riferimento al modificarsi dello scenario a seguito delle operazioni di fusione e acquisizione che si sono concretizzate nel corso degli ultimi tre anni e che hanno visto le divisioni It essere oggetto di azioni di integrazione o di scorporo verso società create ad hoc o controllate già esistenti.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore