Banda larga, l’Italia rischia un collasso dell’infrastruttura

AziendeMarketingMercati e FinanzaWorkspace
Banda larga, l'Italia langue nella parte bassa della classifica Akamai
4 1 Non ci sono commenti

La Fondazione Ugo Bordoni denuncia l’assenza d’investimenti nell’infrastruttura. La qualità delle connessioni in banda larga arretra in Italia dal 2011

La Fondazione Ugo Bordoni boccia il broadband italiano. La qualità della banda larga è in declino da due anni, a causa della crescita degli utenti unita all’assenza d’investimenti. E così, la qualità delle connessioni in banda larga arretra in Italia dal 2011. Dopo aver passato al setaccio i 120mila test effettuati dagli utenti italiani con lo strumento di misurazione offerto ufficialmente dall’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (AgCom), la Fondazione Ugo Bordoni ha tratto le sue conclusioni: il 30%  degli abbonati non è stato in grado di navigare sopra i 7 Mbit, mentre appena il 10% degli abbonati ADSL a 20 Megabit ha superato la soglia dei 10 Mbit. Invece nei test del 2011 le velocità massime veniva raggiunte nel 50% e nel 30% dei casi, riporta La Repubblica.

Segno che l’Italia, mentre a fatica migliora sul fronte della lotta al Digital Divide, peggiora sul versante della qualità. A lanciare l‘allarme di collasso infrastrutturale in un Paese che non ha scommesso sulla fibra ottica, era stato Francesco Caio, a capo dell’Agenda Digitale e che guida l’Unità di Missione all’interno del gruppo di lavoro presso la Presidenza del Consiglio.

Gli utenti italiani ADSL crescono rispetto al volume degli investimenti operati dai gestori delle Telco. Se aumentano gli utenti a 20 Megabit, in assenza d’investimenti aull’infrastruttura, si rischia la saturazione dei network.

Secondo il NetIndex di Ooka, l’Italia si piazza all’85esimo posto (su 180) in merito alla velocità download delle connessioni casalinghe. La velocità in Italia si attesta in media a 5,95 Mbps, contro una media europea di 16,69 Mbps.  L’Italia si posiziona subito dopo Maldive e Kenya, e alle spalle di Papua Nuova Guinea (82esimo), Tajikistan (63esimo), Ruanda, Namibia e l’isola di Guam.

Lo scettro della classifica spetta ad Hong Kong (45,94 Mbps), seguita da Singapore (40,60 Mbps) e Andorra (39,27 Mbps). Seguono la  Lituania (36,78 Mbps) e la Corea Del Sud (35,33 Mbps). Pur fuori dalla dop ten, UK e Germania si posiziona al 24° e 25° posto rispettivamente, con velocità di 19,22 Mbps e 18,50 Mbps.

A quanti Mega navigate? Testa la tua bandadi connessione e verifica quanto è larga

Banda larga, l'Italia rischia un collasso dell'infrastruttura
Banda larga, l’Italia rischia un collasso dell’infrastruttura
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore