Banda larga: sbloccati 800 milioni di euro

NetworkProvider e servizi Internet

Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha promulgato il Ddl dopo aver ottenuto delucidazioni dal Tesoro sulla copertura degli 800 milioni dedicati allo sviluppo della banda larga. La roadmap del piano entro il 2012

Forse ci siamo: il via libera a 800 milioni di euro per lo sviluppo della banda larga, è arrivato con la promulgazione del Ddl da parte del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

Ottenuto l’ok dal Cipe, entro fine giugno il piano della banda laerga, annunciato dal vice miniastro Paolo Romani, potrebbe finalmente concretizzarsi.

Il governo, e soprattutto il Ministro Brunetta, scommettono sul piano da 1,47 miliardi di euro per azzerare il Digital Divide entro il 2012 in vista di E-government 2012.

Gli 800 milioni di euro sono il cuore del piano anti Digital divide. Eccolo in cifre (da Paolo Romani in Parlamento): collegamento a 2 Mega garantito a tutti gli italiani; 763 milioni di euro in opere civili e materiali; 617

milioni in hardware, software, installazioni, collaudi; 90 milioni di progettazioni; il tutto per 33mila oper e infrastrutturali, pari a: 5145 scavi per fibra ottica; 5994 impianti wireless; 9642 interventi di componentistica esterna; 12886 lavori impiantistici; con il lavoro di 4mila ingegneri, 11mila tecnici, 13mila operai specializzati, 15mila operai comuni e 6mila impiegati.

E con lo sblocco dei primi 800 milioni, ci siamo quasi al pronti, partenza, via.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore