Banda ultra larga, arriva il primo bando per la rete pubblica

Banda LargaNetwork
Banda ultra larga, Telecom e Fastweb investono insieme nella fibra
1 2 Non ci sono commenti

È stato pubblicato il primo bando Infratel per la rete pubblica per la banda ultra larga

È stato pubblicato il primo bando Infratel per la rete pubblica – che rimarrà dello Stato – per la banda ultra larga. Si tratta di 1,4 miliardi di euro, con cui portare la fibra ottica a 6,5 milioni di cittadini nelle zone a fallimento di mercato.

Banda ultra larga, arriva il primo bando per la rete pubblica
Banda ultra larga, arriva il primo bando per la rete pubblica

Il primo bando è per sei regioni: Abruzzo, Molise, Emilia Romagna, Lombardia, Toscana e Veneto. Entro l’estate saranno pubblicati anche gli altri bandi per le rimanenti regioni. Per le gare pubbliche, sono già sul piatto 3,5 miliardi di euro di fondi pubblici (nazionali, europei, regionali), per coprire tutte le zone dove gli operatori non investono.

Telecom Italia ha promesso di partecipare “a tutte le gare che saranno messe in appalto” relative alle aree a fallimento di mercato per la copertura del Paese. “Siamo contenti che i bandi siano stati finalmente approvati”, ha detto il presidente di Telecom Italia, Giuseppe Recchi, che ha aggiunto: “La società ha oggi 11 milioni di chilometri di fibra posata per cui ci consideriamo market leader nelle infrastrutture con ampissimo vantaggio”.

Le aree cosiddette ‘fallimentari’ per il mercato saranno il vero banco di prova per la riuscita del piano. Infratel (azienda dello Stato) pagherà la rete, mentre altri eseguiranno i lavori.

La grande rete pubblica nazionale per la banda ultra larga (internet a 100 Megabit o oltre) resterà di proprietà dello Stato: i vincitori dei bandi (pubblicati sul sito di Infratel) dovranno costruire la rete e gestirla, ma l’avranno in concessione solo per vent’anni.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore