Banking online, raddoppiano in un anno i correntisti mobili via app

E-paymentMarketing
Per 7 italiani su 10 più la banca è hi-tech, più è sicura
2 2 Non ci sono commenti

Sempre meno code agli sportelli. Metà dei correntisti svolge i servizi bancari, rivolgendosi al banking online e alle app. I clienti Mobile, che accedono da smartphone o tablet, raddoppiano

Si accorciano le code agli sportelli e le filiali perdono centralità fra le nuove generazioni di clienti, mentre metà dei correntisti svolge i servizi bancari attraverso il banking online e le apps delle banche su smartphone. Da una ricerca di Abi-GfK Eurisko, risulta che metà dei correntisti, superiore ai 15 milioni di clienti, in aumento del 4% rispetto all’anno precedente, ha scelto Internet banking come canale preferito degli italiani per sfruttare i servizi bancari.

Metà dei correntisti utilizza il banking online e via app
Metà dei correntisti utilizza il banking online e via app

Lo studio targato Abi-GfK Eurisko sarà presentato il 9 aprile, nell’ambito del convegno ‘Dimensione cliente’. Inoltre, sta spopolando il mobile-banking.

È raddoppiata in un anno la percentuale dei clienti mobili che accedono via apps tramite smarphone o tablet. Accede da dispositivo mobile il 18% dei correntisti, pari a circa 5 milioni di utenti.

Sale al 15% la cosiddetta banca telefonica, in cui il correntista entra in banca attraverso il telefono nella versione ‘mediata’ da personale di contatto. Si diffondono anche chat o anche video chat e condivisione dei documenti via Web.

L’84% dei clienti utilizza l’Atm, il 33% utilizza il self-service anche per operazioni più evolute. L’85% dei clienti entra in agenzia: lo sportello rimane centrale per l’assistenza e la consulenza nei momenti delle scelte finanziarie cruciali.

La prossima frontiera delle banche dovrebbe essere costituita dalle apps di messaging, come Whatsapp e WeChat, e dai social media. Il retail banking evolve. Da un recente studio condotto da Goldman Sachs, emerge che il 33% dei Millennials crede che nel giro di 5 anni non avrà più necessità di una banca tradizionale.

Anche Twitter si allea a una banca francese, il Groupe BPCE, il secondo istituto bancario d’oltralpe per numero di clienti, per trasferire denaro con un Tweet.

Le banche sui social media hanno fatto boom, secondo uno studio di KPMG, in collaborazione di Decisyon/ECCE. Hanno registrato un incremento del 90% di fan su Facebook e del 180% di follower su Twitter. I fan di una pagina Facebook di una banca si attestano a 1,3 milioni, mentre sfiorano i 70 mila i follower dei profili Twitter.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore