Barack Obama si ritira: parola di malware

CyberwarSicurezza

L’allarme è di Panda Security e McAfee. McAfee, inoltre, aveva previsto che i cybercriminali avrebbero sfruttato l’evento dell’insediamento del 44esimo Presidente Usa, per sferrare tipici attacchi di social engineerig

Le notizie che fanno grande eco attirano i cyber-criminal i come api sul miele. McAfee avevamo previsto che i cybercriminali avrebbero sfruttato l’evento dell’insediamento del nèo Presidente Barack Obama, per sferrare i loro tipici attacchi di s ocial engineerig.

Barack Obama si ritira: non è una news, ma parola di malware. McAfee sottolinea che, cadendo nella trappola e utilizzando un PC non completamente protetto, si sarebbe infettati dal malware W32/Waledac.gen.b.

Inoltre, il sito in questione non è opera di un pivello: è molto professionale, e protetto da una botnet che utilizza la tecnica fast-flux che trovate spiegata in dettaglio a questi url .

L’importante è non abbassare la guardia e non aprire senza riflettere un link ricevuto via e-mail o trovato in una ricerca.

Anche Panda Security lancia l’allarme: i laboratori di Panda Security hanno individuato 40 pagine web che si servono di Barack Obama, come esca per diffondere il malware. In queste pagine compare la notizia dal titolo: “Barack Obama has refused to be a President”.

Questi computer zombie, di solito, sono uniti in rete, conosciuta come botnet o rete di bot dal nome del codice maligno (chiamato bot) che permette il controllo del PC. Questa rete viene successivamente affittata dai pirati informatici a terze persone in modo che il computer zombie possa essere utilizzato per scopi maligni come l’invio di spam o gli attacchi di denial of service”, spiega Luis Corrons, direttore tecnico dei laboratori di Panda Security.

L’attacco sembra sia stato lanciato dalla Cina, poiché tutti i domini sono stati comprati da una azienda di questo paese, che ha alle spalle una lunga storia di partecipazioni ad attacchi con malware. Non è la prima volta che Barack Obama viene utilizzato dai cyber criminali per distribuire malware. Già durante la campagna elettorale e nei giorni seguenti la sua elezione è stato utilizzato come esca per scaricare malware.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore