Basta con il video online, arriva il vhs digitale

Management

Jvc, la casa che inventò il vhs, fa un passo avanti e presenta il vhs digitale con risoluzione doppia del dvd

Il dvd è un formato ancora poco diffuso; troppi i problemi ancora irrisolti, primo fra tutti quello della mancanza di uno standard riconosciuto tra i produttori per la registrazione sui diversi apparecchi. Jvc tenta così di fare un passo avanti alla concorrenza presentando il Digital Vhs o più semplicemente D-vhs. Jvc ha presentato il suo nuovo sistema al Ces (Consumer Electronic Show) assieme a una televisione ad alta definizione (Hdtv) che proteggerà dalla copia i contenuti trasmessi. I video in formato D-vhs decompressi diventano di dimensioni enormi, un hard disk da 75 Gb ne potrebbe contenere al massimo una trentina di minuti. La difesa della copia arriverebbe quindi dal fatto di rendere praticamente impossibile la distribuzione online dei filmati. Il D-vhs potrà registrare fino a 4 ore di video ad alta risoluzione, con 1080 linee sulla larghezza dello schermo, raddoppiando così la risoluzione del Dvd. Lunità D-vhs potrà anche registrare nella versione standard vhs a 240 linee per schermo. Il set della televisione ad alta definizione di Jvc, utilizza il Dvi (Digital Video Interface) sviluppato da Intel. Questo, unito al sistema di protezione Hdcp (High Definition Copy Protection) realizzato da Macrovision, dovrebbe garantire una protezione assoluta contro la pirateria. Le porte Dvi sul pc non hanno il decoder Hdcp, così diventa praticamente impossibile craccarlo come invece già successo per il Css (Content Scrambling System, la protezione per i dvd). Una delle ragioni per cui gli studios di Hollywood hanno adottato il nostro sistema è perché non è compresso spiega Dan McCarron, responsabile della divisione color tv di Jvc. Comprimendolo diventa semplice trasmetterlo su Internet, la dimensione del D-vhs rende invece impensabile la sua diffusione in Rete. Fox Home Video, Universal Pictures e New Line Cinema hanno già dichiarato di voler adottare il D-vhs. Il primo deck D-vhs dovrebbe uscire il prossimo maggio e costerà attorno ai 2000$, i supporti vuoti per le registrazioni costeranno invece tra i 10 e i 15$.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore