Bene il 2004, nubi sul 2005, sostiene Idc

Aziende

Stime al rialzo per l’anno in corso, ma la crescita delle vendite di Pc non dura per Idc, che vede un 2005 con un incremento nell’ordine del 10%.

Un po’ si sale, un po’ si scende. Secondo la società di analisi Idc, il 2004 si sta rilevando un ottimo anno per le vendite di Pc, con una crescita finale intorno al 14.2%. Nel secondo trimestre, le vendite di computer hanno registrato la crescita più elevata dal 1999, grazie alla sostituzione di vecchie macchine e a prezzi decisamente competitivi. L’andamento finora registrato ha convinto gli analisti a rialzare un po’ le stime precedenti, nell’ordine dello 0.7%. Ma il futuro non sarà così roseo già a partire dal 2005, anno in cui la crescita si attesterà intorno al 10%; più negative le stime per il periodo 2006/2008, che vedrà il ritorno a crescite a una sola cifra, intorno all’8%. Per Idc, il mercato ha raggiunto la saturazione e quello di sostituzione, che ha guidato la crescita nell’ultimo periodo, è ormai maturo. Anche il comparto consumer sta rallentando le vendite. Inoltre, il mercato statunitense, a sorpresa, nell’ultimo periodo ha segnato il passo, mentre l’Europa sta crescendo molto, grazie soprattutto all’euro forte sui mercati finanziari. A dare man forte alle vendite, saranno ancora i computer portatili. I notebook, che nel 2003 rappresentavano il 25% delle vendite, arriveranno a essere oltre il 36% del mercato nel 2008.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore