BenQ MP610

LaptopMobility

Un videoproiettore dal prezzo contenuto, ma capace di riprodurre immagini brillanti e di buona qualità grazie alla tecnologia Dlp

BenQ propone questo modello di videoproiettore per il mercato mainstream e punta sulla buona qualità delle immagini e sul prezzo di vendita particolarmente vantaggioso. A poco meno di 800 euro è infatti possibile acquistare l’MP610, dotato di tecnologia Dlp (Digital light processing), capace di restituire immagini e colori molto brillanti. Proprio grazie al prezzo ridotto e all’ottima capacità di riprodurre sequenze video e foto vivide e intense, questa unità si propone come alternativa a Tv Tft e Plasma per la casa. Il tipo di chip Dmd Ddr (Digital micromirror device) utilizzato, sfrutta migliaia di specchi dalle dimensioni microscopiche, con il lato di pochi millesimi di millimetro. La risoluzione reale supportata è q u e l l a S V g a (800×600 pixel), ma sono accettati segnali in ingresso compresi tra 640×480 pixel e 1.280×1.024 pixel, anche se in questo caso la qualità decade in modo piuttosto evidente. Grazie alle ottime caratteristiche della tecnologia utilizzata, MP610 offre un contrasto di ben 2000:1 e una luminosità tipica di 2000 Ansi Lumen, ideale per qualsiasi ambiente, anche se non è ben oscurato. La rispondenza rispetto ai colori originali è assicurata dalla tecnologia Color Matching, tramite la riproduzione sRGB e la disponibilità di una ruota colore a cinque segmenti, grazie alla quale si ottengono tonalità più sature. Con questa unità è dunque possibile creare immagini con diagonale compresa tra i 31″ e i 300″, con un rapporto di proiezione di 55″ a 2 metri. La messa a fuoco è manuale, come pure lo zoom ottico 1,15:1. La lampada utilizzata ha una potenza di 200 W e risulta facilmente sostituibile grazie all’apposito vano posto sul lato inferiore e accessibile tramite lo sportello avvitato. Le modalità operative comprendono, oltre quella standard, la possibilità di lavorare riducendo i consumi e aumentando la vita della lampada. Operando in modo normale sono previste infatti circa 3.000 ore di durata, mentre in modalità Economy è possibile raggiungere le 4.000 ore. La differenza più marcata che è possibile rilevare è tuttavia il rumore emesso durante l’utilizzo, notevolmente più basso lavorando con la lampada impostata a basso consumo, con un valore di 25 dB invece dei 29 dB della modalità standard (in questo caso il consumo massimo è però di 285 W). Nonostante il rapporto di forma nativo sia 4:3, per sfruttare con profitto l’MP610 per la realizzazione di un impianto home cinema domestico è possibile anche visualizzare immagini in formato 16:9, e sono supportati gli standard Hdtv da 480i a 1080i. Le porte di collegamento prevedono la presenza di due connettori Vga, uno per l’ingresso del segnale e uno per replicare il video su un monitor secondario. Oltre a questo sono disponibili un ingresso S-Video, uno composito, oltre a quello audio mini-jack. Esteticamente lo chassis appare molto elegante e ben rifinito, facilmente posizionabile in qualsiasi ambiente, grazie a dimensioni di appena 238x283x94 mm e un peso davvero contenuto, 2,72 Kg. Questo consente di fissare facilmente l’MP610 al soffitto o alle spalle del piano di proiezione, abilitando l’apposita voce da menu Osd. Quest’ultimo si è dimostrato facile da usare e sufficientemente completo, sia utilizzando i pulsanti posti sul lato superiore del case, sia tramite il piccolo telecomando in bundle. Nonostante la forma scomoda e poco ergonomica di questo dispositivo è possibile interagire con il videoproiettore in modo semplice e, grazie al buon sistema di ricezione, è possibile operare con successo anche da posizioni molto angolate. Decisamente interessante il supporto offerto da BenQ per questo modello e che prevede tre anni di garanzia, di cui il primo direttamente a domicilio e sostituzione temporanea del modello guasto con un altro proiettore. I successivi due anni sono “Repair And Return”, ma sulla lampada, come di consueto, questa garanzia è in vigore solo per 90 giorni. Votazione: 95

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore