BenQ S6, il Web in mobilità ma senza telefonare

AccessoriDispositivi mobiliMobilityWorkspace

BenQ e TIM presentano S6: è un Mobile Internet Device. Più piccolo di un Ultra Mobile Pc e più comodo di uno smartphone, consente di navigare su Internet ovunque, gestire la posta elettronica e i file di office, ma non si può usare per telefonare

Giorgio Bignoli (Vice President di BenQ Europe), Jerry Wang (Vice Chairman BenQ) e Peter Chen (Executive Vice President BenQ) hanno presentato il nuovo Mobile Internet Device (MID) S6 che sarà venduto in esclusiva presso i punti vendita TIM. I MID sono una tipologia di prodotto che dovrebbe guadagnare quote di mercato sempre più significative nei prossimi anni. Non sono UMPC (Ultra Mobile PC), ma nemmeno smartphone. Contemplano tante funzionalità tipiche dei notebook, ma soprattutto offrono piene possibilità di navigazione Internet in mobilità.

mids6_right.png

BenQ S6 è touchscreen. Il menu è stato studiato ad hoc per un utilizzo davvero alla portata di tutti

Le potenzialità di sviluppo sono davvero illimitate: BenQ S6 è touchscreen e supporta tutte le modalità di comunicazione senza fili (Bluetooth, HSDPA, Wi-Fi). Il software preinstallato consente di consultare la posta elettronica con qualsiasi account email (anche aziendale), navigare – senza timore di non visualizzare determinate tipologie di pagine Web (quelle in Java comprese) – consultare, ma anche creare ed editare documenti Word/Excel/PowerPoint compatibili e chattare con i client di messaggistica più conosciuti sfruttando il software PidGin. Chiaramente questo device copre anche le funzionalità tipiche dei lettori multimediali (Mp3 e video). Il sistema operativo è basato su Linux, e l’interfaccia è personalizzata completamente da TIM. Uno dei punti di forza è certamente il display, luminoso, con una diagonale da 4,8 pollici (800×480 pixel). Il motore è Intel Atom.

mids6_back.png

Visione posteriore: in evidenza, in basso, il supporto d’appoggio estraibile

Spiega Alberto Spinelli, Emea Director of Client Marketing per Intel: “Oggi il personal computer viene utilizzato per intrattenimento comunicazione informazione e produttività. Ma sempre più andiamo verso un mondo di servizi contestualizzati a seconda di dove siamo. E’ una vera rivoluzione nell’ambito della mobility. Intel Atom nasce per soddisfare proprio queste esigenze: è il più piccolo processore di Intel, con 47milioni di transistor, ognuno dei quali ha una grandezza 44 volte inferiore a quella di un batterio. Con Benq abbiamo accelerato l’introduzione del dispositivo nel mercato europeo e con BenQ abbiamo un programma di sviluppo pluriennale, questo S6 è solo la prima delle proposte”.

La partnership tra BenQ e TIM prevede l’esclusiva assoluta di vendita per l’operatore fino a fine Dicembre 2008.

provas.png

BenQ S6 si può usare sia con le dita, sia con lo stilo in dotazione. La confezione comprende anche un adattatore mini USB/USB standard, in modo da poter collegare qualsiasi periferica. La memora interna è di appena 2 Gigabyte

Lucio Golinelli, Vice President Consumer Sales di TIM spiega che “i servizi dati valgono al momento un quarto dei ricavi per un operatore mobile, ma la proporzione è destinata a crescere. In Italia – prosegue – proponiamo il MID S6 di BenQ a 429 euro, e a 30 euro al mese con 100 ore di navigazione incluse”.

Le prime impressioni su questo device non sono del tutto positive. Ci convincono form factor e potenzialità, ma ci sembra che TIM abbia vincolato eccessivamente le possibilità di utilizzo. Skype non è preinstallato, manca il supporto per il GPS e, soprattutto, è chiaro l’intento di TIM di spingere sul traffico dati, ma non sul traffico voce (fare VoIp al momento è impossibile). Tanto che è stata esclusa anche la videocamera per le videochiamate e non è presente un software per le chiamate vocali. Ma da Gennaio arriveranno altre novità BenQ, destinate a colmare queste lacune.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore