Best Buy acquisisce Napster, e Google compra Tatter

Aziende

Il servizio di musica digitale passa di nuovo di mano. Il motore di ricerca invece fa shopping nel blog

Mentre Wall Street vive uno dei suoi peggiori moment i, con le banche nel’occhio del ciclone, in seguito al fallimento di Lehman Brothers e il passaggio di mano di Merrill Lynch a Bank of America, le aziende del mondo hi-tech si danno allo shopping: Best Buy acquisisce Napster, e Google ( già proprietaria della piattaforma Blogger) compra la coreana Tatter, nel mercato Web 2.0 della blogosfera (la Corea è il nono mercato mondiale di Internet).

Napster, il sito sinonimo di download, che ha dato il via al primo Peer to peer, per poii riciclarsi nella musica legale, è stato acquisito per 121 milioni di dollari. Nei primi anni 2000, Napster, insieme a Kazaa e a LimeWir e, contribuì a rendere epocale la condivisione (illegale) di mp3. Poi però ha trovato la sua strada nel mercato legale del servizio a sottoscrizione, con 700mila abbonati. Napster ha sfidato iTunes ( anche senza Drm), con un modello di vendita alternativo: l’abbonamento contro l’acquisto dei brani (o degli album) in download.

A Best Buy interessa ora esplorare la base utenti di Napster, per venderle, oltre la musica, anche altri dispositivi digitali di consumer electronics. BestBuy, con questa mossa, sfida Amazon, che vende anche musica con Amazon Mp3, ma anche tanti generi di prodotti (di recente ha annunciato che venderà vino, sull’onda dell’interesse verso l’enologia).

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore