Biblioteche nelle scuole

NetworkProvider e servizi Internet

Il progetto del MIUR è molto vasto e si fonda su tre capisaldi la largabanda, le-learning e la digitalizzazione dei documenti.

Tra i progetti approvati recentemente dal Comitato dei Ministri per la società dellInformazione rientra il progetto del MIUR sulle biblioteche nelle scuole che vede tutta una serie di servizi che vengono offerti grazie allintroduzione delle nuove tecnologie. Sono difatti previsti collegamenti a banda larga nelle scuole con i servizi bibliotecari offerti dal Servizio Bibliotecario Nazionale (materiale cartaceo, siti web, etc.). Inoltre è prevista una specifica formazione dei fruitori (docenti-allievi) mediante e-learning (pacchetto realizzato per la scuola sul sito del MIUR, visibile in rete). Il progetto in argomento contempla anche lattivazione di altri servizi a valore aggiunto quali digitalizzazione ed accesso a documenti di particolare interesse storico-culturale conservati nelle biblioteche scolastiche, realizzazione e offerta di percorsi didattici digitali tematici, nonchè offerta di un programma di formazione integrata specifica rivolta a docenti documentaristi, bibliotecari scolastici. Il fabbisogno finanziario previsto per la realizzazione di tutti questi servizi è di 18 milioni di euro. Il progetto del MIUR teso a valorizzare le biblioteche nelle scuole si fonda su tre capisaldi e cioè il collegamento mediante larga banda, la formazione e-learning e la digitalizzazione della documentazione cartacea. Come è noto la larga banda ormai è una realtà vicina al nostro paese grazie anche alla Finanziaria 2003 che allart. 89 ha previsto lo stanziamento di 31 milioni di euro per favorire lacquisto di decoder e laccesso alla banda larga di Internet ed in particolare un contributo statale pari a 75 euro a favore di persone fisiche o giuridiche che acquistano o noleggiano o detengono in comodato un apparato di utente per la trasmissione o la ricezione a larga banda dei dati via Internet. La formazione e-learning da intendersi come qualsiasi forma dapprendimento che utilizzi una rete per la trasmissione, linterazione, o lagevolazione della didattica sta avendo negli ultimi tempi notevoli sviluppi grazie anche al boom di Internet ed ormai si sta affermando come una valida alternativa alla formazione tradizionale. Difatti le-learning è stato inserito tra gli obiettivi di primaria importanza del processo di informatizzazione pubblica che il Ministro per lInnovazione e le Tecnologie ha ribadito nella direttiva denominata Linee guida in materia di digitalizzazione dellamministrazione, ed adesso è divenuto un punto di riferimento anche per lUnione Europea. Ma laspetto più interessante ed innovativo del progetto è sicuramente rappresentato dalla digitalizzazione ed accesso ai documenti di maggiore importanza accompagnata dalla realizzazione e offerta di percorsi didattici digitali tematici. [ STUDIOCELENTANO.IT ]

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore