Biglietti aerei, arriva l’Antitrust

Autorità e normativeAziendeMarketingMercati e Finanza

Google mette da parte 500 milioni di dollari per risolvere il contenzioso con il Dipartimento di Giustizia Usa che sta indagando nel business dell’advertising. Dunque Google avverte che i profitti del trimestre potrebbero risultare più bassi per via di questo accantonamento. Lo riporta Bloomberg. Il Dipartimento di Giustizia statunitense ha dato il semaforo verde a

Google mette da parte 500 milioni di dollari per risolvere il contenzioso con il Dipartimento di Giustizia Usa che sta indagando nel business dell’advertising. Dunque Google avverte che i profitti del trimestre potrebbero risultare più bassi per via di questo accantonamento. Lo riporta Bloomberg. Il Dipartimento di Giustizia statunitense ha dato il semaforo verde a Google per l’acquisizione da 700 milioni di dollari della startup ITA Software, specializzata nei biglietti online, ma ha riscontrato un presunto abuso in AdWords. Google preferisce pagare e chiudere il contenzioso. Federal Trade Commission  (FTC) deve però ancora dare il suo ok alla transazione.

Anche in Italia i biglietto aerei online sono sotto indagine Antitrust. Alitalia, Blu express, Germanwings e Air Italy hanno ricevuto una sanzione Antitrust pari a 285.000 euro. Motivo della multa è il business dei biglietti aerei online. Invece di “includere nel prezzo dei biglietti aerei la commissione per il pagamento con carta di credito“, i vettori aggiungevano questa cifra alla fine del processo di prenotazione. L’Authority giudica ingannevole non includere la commissione nel prezzo del biglietto pubblicizzato.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore