Bill Gates dice la sua su Google Chrome OS

Aziende

Bill Gates torna a parlare di hi-tech: dal sistema operativo di Google a Project Natal su Windows, dalla fisica al ruolo dei browser. E afferma: più Google è vaga, più sembra interessante. Niente di nuovo per ora: Bill Gates l’aspetta al varco

Alla fine parlò anche Bill Gates. Dopo il ritiro (programmato) da Microsoft un anno fa, Bill Gates da 12 mesi si occupa a tempo pieno di filantropia con la sua Gates Foundation , fianco a fianco con la moglie Melinda. Ma non smette di pensare all’hi-tech.

Tuttavia, proprio mentre Google sferra “l’attacco al cuore” di Windows , il suo era un silenzio che pesava. Ma con un’intervista a 360 gradi a Cnet, Bill Gates ha finalmente detto la sua su Google Chrome Os.

The more vague they are, the more interesting it is“, afferma Bill Gates, il co-fondatore di Microsoft, cogliendo il punto: Google riesce a creare un’aura di magia e di mistero, rimanendo sul vago (nessun vero dettaglio tecnico è trapelato su Chrome Os, a parte che userà Linux kernel) proprio grazie alla sua vaghezza. Un effetto nouvelle vague che rende interessante l’ingresso di Google nel mercato dei sistemi operativi in aperta sfida a Microsoft.

Ma Bill Gates spiega che già oggi ci sono numerosi sistemi operativi Linux, impacchettati in modi diversi e con boot diversificati.E di sorprendente il co-fondatore di Microsoft non vede nulla: in fondo è come Google Android su netbook, anche lì c’è un browser dentro.

Bill Gates però crede che a stuzzicare la fantasia dei media, sia stata la parola browser, oggi diventata magica: cosa è un browser e cosa no? Oggi c’è un abuso della terminologia, più che un cambiamento reale.

Anche Steve Ballmer ha detto che metà dei Pc oggi lavorano fuori dai browser, e Windows rappresenta tuttora il giusto approccio. Inoltre sia Ballmer che Gates dicono che Google sta puntando su due sistemi operativi separati, Chrome OS e Android, ma questo è un errore di cui Microsoft si pentì ai tempi di Windows 95 per il consumer e Windows NT per il business: serve un unico sistema operativo, non due.

E Bill Gates non si è risparmiato: ha parlato anche di fisica e Project Natal. Bill Gates sta preparando delle lezioni di fisica per il Web : mettere contenuti educational online è importante per risvegliare l’interesse scientifico delle persone.

Su Project Natal (la modalità di giocare senza controller, grazie alla motion camera della startup israeliana 3DV : una videocamera 3d in grado di connettersi con il Pc e che permette agli utenti di giocare ai videogame con le mani), il chairman di Microsoft afferma che non è solo dedicata al mondo del gaming: la tecnologia di Project Natal guarda a Windows, ma soprattutto all’intrattenimento casalingo, al controllo dei media e scenari lavorativi in termini di meetings, collaboration e comunicazione.

La tecnologia di Natal non si limiterà a Xbox 360, ma porterà il riconoscimento dei gesti su Windows: le videocamere depth-sensing (3D positional device con riconosciento video) possono infatti permettere di controllare Pc, console e Tv.

Più che al Pc nel browser (che Google ha in mente), a Bill Gates interessa un sistema operativo in grado di rispondere al riconoscimento dei gesti: al linguaggio naturale per eccellenza, quello gestuale del nostro corpo.

Bill Gates è anche associato a cinque brevetti depositati dalla Searete su motori elettromagnetici e medicina.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore