Bill Gates incontra utenti, imprenditori e sviluppatori

Workspace

Dal Futurshow, passando per Confindustria, fino al Forum degli sviluppatori. Il fondatore di Microsoft, in giro per Milano, parla di scienza, medicina e tecnologia, ma anche di Cina e India. Windows Media Center al centro dell’intrattenimento domestico.

La lunga giornata milanese di Bill Gates inizia stamattina in Fiera a Milano, padiglione 17, ospite d’onore della conferenza inaugurale del primo FuturShow lombardo. L’aria è quella di sempre ? da eterno ragazzo in completo a quadrettoni e cravatta rossa ? ma il tono del discorso è celebrativo: Media Center sarà al centro della rivoluzione digitale dei prossimi anni e segna l’ingresso in pompa magna di Microsoft nell’arena dell’intrattenimento domestico (se per qualcuno non fosse ancora chiaro). “Se il nostro desiderio agli albori di Microsoft era di far diventare il pc uno strumento alla portata di tutti, e non solo aziendale ? esordisce il fondatore di Microsoft, ora chief software architect – adesso vogliamo semplificare la vita degli utenti, muovendoci verso un approccio digitale; e Windows Media Center sarà il centro di questo nuovo mondo, che rivoluzionerà l’intrattenimento nel salotto di casa ma anche in macchina e all’aria aperta, così come il cellulare ha fatto con il telefono. Siamo alla vigilia di importanti cambiamenti, di una nuova rivoluzione”. Solo nel 1999 il 5% degli utenti americani aveva una connessione a banda larga, ora la penetrazione della broadband è pari al 50%; così come il fenomeno della musica digitale albeggiava nel 1999 e ora ha dimensioni mondiali. Vedremo quando Media Center entrerà davvero nei salotti di casa. Ma il fondatore di Microsoft alla platea del Futurshow non parla solo di Media Center: scienza, medicina e biotecnologie saranno i settori trainanti per il futuro e lamenta un decremento degli iscritti nelle facoltà scientifiche sia in Europa che negli Stati Uniti, a differenza di quanto sta avvenendo in Asia, Cina e India portate in palmo di mano. Argomenti questi ultimi che ribadisce tra gli imprenditori riuniti in Assolombarda, dove Gates si confronta con Luca Cordero di Montezemolo, presidente di Confindustria, sulla competitività dell’Europa e dell’Italia: “I problemi che l’Italia deve affrontare sono maggiori che negli altri Paesi perché l’economia italiana è fatta soprattutto da piccole e medie imprese e le aziende hanno un gap tecnologico da coprire . Ma con la tecnologia digitale, oggi rispetto al passato, tutte le aziende hanno l’opportunità di svilupparsi meglio, di competere sui propri mercati e sui mercati internazionali. Va insegnato alle pmi che su Internet possono trovare chi dà loro le forniture migliori al prezzo migliore, è una grande opportunità per tutti. Paesi come Cina e India insegnano”. Stasera gli sviluppatori lo attendono ad Assago, pronti ad interrogarlo sugli sviluppi futuri della tecnologia Microsoft, appellandosi più al suo “ruolo” di chief software architect che di “stratega”. Ad onore di cronaca, Bill Gates nella mattinata ha premiato i produttori di Media Center che meglio hanno interpretato il nuovo concetto di intrattenimento domestico, votati da una giuria specializzata. Ecco i vincitori: OnCinema Teatro D1 di Bow.it è il media center dell’anno, dal miglior design; Hp Media Center m1190.it di HP è miglior modello per integrazione; Scaleo C 350 di Fujitsu Siemens è il miglior prodotto per rapporto prezzo /prestazioni. A questi si aggiungono anche i premi conferiti da Intel ai Media Center in grado di interpretare al meglio la digital home: a Cdc per Multi Emotion Box 1.1 Wmce e ad Informatica Delta per Unique. I modelli Wmc inside Hantarex-PD50 di Hantarex-Sambers Italia e Lwd Sphera di Informatica Delta sono stati insigniti della menzione speciale della Giuria.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore